I CLASSICI MAI NATI

Spazio di riflessione dedicato a discussioni meta-musicali o che toccano diversi generi musicali contemporaneamente.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

I CLASSICI MAI NATI

Messaggio da TRE » 22/08/2011, 21:52

ovvero il topic degli esclusi.
tutti quei pezzi giudicati indegni di apparire su album e che invece erano straordinari.
decisioni che appaino incomprensibili anche a distanta di decenni.
un topic del genere non può che aprirsi con un errore talmente grossolano che alla fine è stato corretto.

lanciato come singolo guida ma poi escluso dalla tracklist di machine head, questo pezzo era talmente forte che si è imposto diventando un classico dei purple al punto che nelle nuove edizioni del disco esso appare come ultima canzone ma senza alcuna dicitura tipo "bonus track".

e glover quasi si scusa per l'esclusione più assurda della storia del rock

When a blind man cries



bello il commento di quel ragazzo: nel 72 quelli non era ciechi ma sordi.

questa è una versione del 1995. se vi piace cercatela nel disco live at the olympia del 1996.
morse è stato un grande sostituto di blackmore. l'assolo dilatato e l'intero di tastiere ne fanno un pezzo eccezionale

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4197
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: I CLASSICI MAI NATI

Messaggio da Watcher » 23/08/2011, 9:57

Forse perchè assomigliava troppo a Child in Time ...forse.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: I CLASSICI MAI NATI

Messaggio da TRE » 30/08/2011, 22:25

http://www.youtube.com/watch?v=M_5Jj5_0bq4

questo pezzo apparve come retro del singolo "your own special way" che divide con "more fool me" la palma di peggiore canzone dell'era progressive dei genesis.

ma questo pezzo risale alle sessioni di trick e il suo posto nella storia del rock lo si può capire al minuto 2.50.

ebbene si: è il riff di los endos, uno del classici dei genesis.

los endos è diventato lo stesso un classico ma con it's yourself ad introdurla sarebbe stata ancora più bella.

hanno commesso un vero e proprio reato

Avatar utente

drumboy95
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 236
Iscritto il: 04/02/2011, 20:50
Località: Firenze

Re: I CLASSICI MAI NATI

Messaggio da drumboy95 » 30/08/2011, 23:42

molto bella!

sicuramente un classico mai nato...un altro album con peter e steve dopo the lamb...anche a distanza di anni
sarebbe stato interessante

Avatar utente

Machine
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 114
Iscritto il: 26/05/2011, 14:29

Re: I CLASSICI MAI NATI

Messaggio da Machine » 31/08/2011, 21:13

Bravissimo TRE, è un'ottima idea quella di dedicare uno spazio a queste creazioni :)
Se lo permetti, ogni tanto potrei dare anche io un piccolo contributo ;)
Welcome, my son...
Welcome, to the machine...

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: I CLASSICI MAI NATI

Messaggio da TRE » 31/08/2011, 23:42

l'idea è proprio quella, di coinvolgere altre persone che conoscono in profondità artisti diversi dai miei.
degli zen ad esempio non so se ci sono pezzi inediti meritevoli della pubblicazione.

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: I CLASSICI MAI NATI

Messaggio da Progknight94 » 01/09/2011, 19:55

Mi vengono in mente:

The Creator Has A Masterplan, leggendaria e rarissima traccia composta dal Re tra il 71 e il 72

La miriade di tracce segrete o unreleased di Steven Wilson, si parla veramente di album e album, che contengono veri gioielli (To Wear a Crown, Buying New Soul, In Formaldehyde ecc.)

Avatar utente

Machine
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 114
Iscritto il: 26/05/2011, 14:29

Re: I CLASSICI MAI NATI

Messaggio da Machine » 02/09/2011, 11:14

Grazie per i suggerimenti! Corro ad ascoltare le composizioni in questione :)
Per ogni gioiello mai venuto alla luce mi chiedo: perché?? Qualcuno sa dare una spiegazione?
Welcome, my son...
Welcome, to the machine...

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: I CLASSICI MAI NATI

Messaggio da TRE » 02/09/2011, 23:05

i link a youtube please. soon pigro [smile]

cerchiamo di focalizzarci su un pezzo alla volta

io vi propongo questo

http://www.youtube.com/watch?v=B03CNDXM ... re=related

è tratto dal b side di un singolo di mike rutherford del 1980 tratto dall'album d'esordio del mitico bassista.

la parte vocale è bella anche se ricorda un po' troppo afterglow, ma è dal minuto 4:00 che parte una coda strumentale clamorosissima, degna dei genesis.

e infatti compression è un pezzo dei genesis risalente a sessioni con addirittura il meraviglioso ant phillips.

non lo trovo su you tube ma ho ascoltato il demo e fa accapponare la pelle dalla bellezza soprattutto dalla drammaticità del finale.

ne esiste anche una versione di mike and the mechanics: fareste bene a non ascoltarla

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8112
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: I CLASSICI MAI NATI

Messaggio da Hairless Heart » 03/09/2011, 0:05

Quello che propongo io non è un vero e proprio "classico mai nato", ma un "classico nato in maniera diversa".
I Beatles nel '68 fanno uscire, all'interno del White Album, la versione che tutti conosciamo di While my guitar gently weeps, col solo di Eric Clapton.
http://www.youtube.com/watch?v=F3RYvO2X0Oo

Il cd Anthology vol. 3 ci ha fatto conoscere il demo preparato in precedenza da Harrison della stessa canzone, con la chitarra acustica ed un organo nel finale. E' una versione MERAVIGLIOSA, pure con un verso in più.
http://www.youtube.com/watch?v=G3C9F7QRTy4

Della bonta di questa versione sembra essere convinto anche George Martin, il quale, col figlio Giles, nel realizzare Love (per il Cirque du soleil) ha inserito QUESTA versione del brano, arricchendola con un'orchestrazione.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: I CLASSICI MAI NATI

Messaggio da TRE » 03/09/2011, 14:46

è una versione meravigliosa.

credo però che abbiano fatto bene a pubblicare l'altra, con una base ritmica, per quei tempi, impressionante

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8112
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: I CLASSICI MAI NATI

Messaggio da Hairless Heart » 03/09/2011, 19:20

Parlando invece di Jethro Tull, le sessioni per l'album "The Broadsword and the Beast" del 1982 erano state piuttosto fruttuose. Nell'album furono inserite 10 canzoni, tutte o quasi di buona/ottima fattura, ma almeno altrettante ne furono escluse, per venire alla luce solo nell'88 (nel box 20 years of JT) e nel '94 (in Nightcap).
Tra queste, come non citare almeno Jack-a-lynn, una chicca che Anderson presenterà spesso dal vivo.

http://www.youtube.com/watch?v=pkDAacNyWFk
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: I CLASSICI MAI NATI

Messaggio da Progknight94 » 04/09/2011, 12:26

Io ho la ristampa di Broadsword e le tracce bonus sono una marea, belle anche Jack in the Green, Jack Frost and the hooded crow, mayhem maybe. avro sbagliato qualche titolo certamente

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8112
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: I CLASSICI MAI NATI

Messaggio da Hairless Heart » 04/09/2011, 18:56

Jack-in-the-green non mi risulta esserci nella ristampa del cd. E' un brano di Songs from the wood.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: I CLASSICI MAI NATI

Messaggio da Progknight94 » 05/09/2011, 8:45

Lo so ma là c'è, forse un rifacimento o un live... mi piace di più dell'originale comunque...

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: I CLASSICI MAI NATI

Messaggio da TRE » 05/09/2011, 21:32

ecco la versione dei genesis:

http://www.youtube.com/watch?v=_MA6pJaihtY

imperdonabili anche se l'hanno lasciata fuori da selling england by the pound

Avatar utente

MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: I CLASSICI MAI NATI

Messaggio da MrMuschiato » 25/01/2013, 16:24

Ricollegandomi al primo messaggio (e con un anno e 5 mesi di ritardo...) 'When a blind man cries' era amata da Gillan, che ora la ripropone praticamente ad ogni concerto, ma odiata dal simpaticissimo Ritchie Blackmore, che si oppose energicamente agli altri 4 Purple e fece si che il pezzo non dovesse far parte di Machine Head.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Il mago di Floz
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1074
Iscritto il: 11/12/2014, 15:32
Località: Provincia di Como

Re: I CLASSICI MAI NATI

Messaggio da Il mago di Floz » 31/12/2014, 12:46

Bella discussione! Dei brani proposti - sto ascoltando quello di Rutherford ora - conosco solo Jack-A-Lynn; e la adoro.
Altri tre pezzi incredibili esclusi dagli album dei Jethro Tull e riproposti in seguito nelle edizioni rimasterizzate sono Lick your fingers clean, tagliata da Aqualung e poi inserita, modificata, in Warchild (col titolo Two fingers), Summerday sands (risalente alle sessioni di Minstrel in the gallery) e la clamorosa Broadford bazaar, esclusa da Heavy horses. Ma ce ne sono molti altri, spesso stupendi: Teacher (che entra ed esce dalle versioni di Living in the past), Beltane (1977), Jack Frost and the hooded crow (1982), Part of the machine (1987) e altre ancora.

Di altri artisti, oltre alla nota Grendel dei Marillion, mi vengono in mente Black knight degli stessi Deep Purple (anche se credo sia uscita come singolo) e la simpatica Aristocracy dei Caravan.

Per quanto riguarda gli Uriah Heep, tra le tante canzoni escluse, c'è quell'oggetto misterioso chiamato Why, che compare in novantaduemila versioni senza essere mai stata inserita in qualche album (ascoltate, se non la conoscete, quella splendida inserita nella rimasterizzazione di Demons & wizards). C'è anche una versione alternativa di un brano molto bello - Rain, inserito in The magician's birthday - che, a mio giudizio, è migliore: si trova su Proud words on a dusty shelf, disco solista di Ken Hensley.
Sforando un po' il tema, per chi non la conoscesse, segnalo la splendida cover di America degli Yes.
I can't bring you, 'cause it's just too cold; and while I'm out here digging alone, well: I'll bring you home gold nuggets in the spring.

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: I CLASSICI MAI NATI

Messaggio da reallytongues » 31/12/2014, 13:38

Si America degli Yes è davvero eccezionale, con uno degli assoli di Howe più belli e fantasiosi.
La conosco grazie alla raccolta "Yesterdays" del 75.
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: I CLASSICI MAI NATI

Messaggio da reallytongues » 31/12/2014, 13:50

nella raccolta degli High Tide "The Flood" dove sono presenti solo brani non pubblicati ritengo che "The Great Universal Confidence Trick" può benissimo essere considerato uno dei migliori brani del gruppo
è del 70
emozionante la progressione di violino di Simon House
https://www.youtube.com/watch?v=m1jo3PU ... WtMMz2Hrz_
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Rispondi