Cantautrice millennial contro Eric Clapton

Spazio di riflessione dedicato a discussioni meta-musicali o che toccano diversi generi musicali contemporaneamente.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi
Avatar utente

Topic author
Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Cantautrice millennial contro Eric Clapton

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 14/08/2020, 17:57

Premesso che ognuno ha i gusti che ha (io stesso non amo molto il Clapton solista) ma son le motivazioni dell'ostilità della tizia, di cui fino ad ora ignoravo l'esistenza (e della cui esistenza da qui in poi tornerò ad ignorare [fisc] ) a darmi sui nervi. Non ti piace Clapton? Di che non è il tuo genere e basta! Senza tirare in ballo i suoi drammi personali (ognuno elabora un lutto a suo modo e se lui lo ha voluto fare con una canzone, ne ha pieno diritto) e senza soffermarsi ancora sulla presunta uscita di Clapton a favore di Enoch Powell, detta peraltro in un periodo in cui aveva la mente obnubilata dall'alcool. Dare del razzista poi a uno che è stato tra i primi a far conoscere il blues agli europei e a farlo riscoprire agli americani, denota solo ignoranza da parte di chi dice certe cose. Per la serie, come diceva Umberto Eco, Internet ha dato alle opinioni da bar la stessa autorità di comprovate tesi scientifiche [wall] .
Infine: ma perché questa non pensa a scrivere, cantare e raggiungere almeno un quarto dell'importanza storica che ha avuto Clapton? Scusate ma quando sento gente che pontifica dall'alto del Nulla, non riesco proprio a resistere.

https://www.r3m.it/eric-clapton-phoebe- ... usica/amp/
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2149
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Cantautrice millennial contro Eric Clapton

Messaggio da theNemesis » 14/08/2020, 23:19

Non posso che concordare con Lorenzo.
A parte che, secondo me, chiunque si erge a unico possessore della "verità" è da biasimare, non fosse altro che per l'atteggiamento con cui si pone nei confronti degli altri e al di là di quello che dice/scrive, ma in più questa signora, che non sapevo neanche esistesse (mea culpa [fisc] ) non mi sembra che abbia affrontato gli argomenti che descrive in modo organico e logico. Sembra quasi uno "sfogo isterico" privo di costrutto ma denso di melodramma interiore (il suo) e privo di alcun rispetto per i drammi degli altri (in q.c. Clapton).
Dancing on time way...

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2426
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Cantautrice millennial contro Eric Clapton

Messaggio da Lamia » 15/08/2020, 9:34

Pure io non l’ho mai sentita . Evidentemente lo adora , chi disprezza compra

Avatar utente

Topic author
Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: Cantautrice millennial contro Eric Clapton

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 15/08/2020, 12:21

Più che altro: ma perché certi siti danno corda a 'sta gente? Questa Phoebe vattelapesca ha una sua opinione su Clapton e bisogna scriverlo? Come se, ai tempi, si fosse scritto di una eventuale critica di Antoine a Bob Dylan.....
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Cantautrice millennial contro Eric Clapton

Messaggio da aorlansky60 » 01/09/2020, 16:31

" Internet ha dato alle opinioni da bar la stessa autorità di comprovate tesi scientifiche."

Lo hanno denominato "strumento di distrazione di massa" con il potenziale [aggiungo io] di diventare "strumento di distruzione di massa"

Forse è proprio ciò su cui contava il "sistema", quando decise di rendere disponibile alle masse uno strumento come "Internet" (nato per scopi militari), ovvero concedere a tutti la possibilità di potersi esprimere liberamente, cosa che alla lunga ha però creato un ciarpame e un caos tali da riuscire a nascondere alle masse I VERI PROBLEMI (noti nella loro natura solo ad una cerchia ristretta di individui e di società in cima alla piramide organizzativa del mondo), dato che non tutti posseggono l'intelligenza di A.Einstein (in verità basterebbe molto meno, solo un poco di saggezza) anzi in rapporto sono assai più gli stolti rispetto alle menti assennate... ed è sempre stato così fin dall'alba dei tempi.
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Rispondi