Cover migliori delle originali

Spazio di riflessione dedicato a discussioni meta-musicali o che toccano diversi generi musicali contemporaneamente.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi

Topic author
Sergio_Ottaiano
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 8
Iscritto il: 13/09/2015, 23:09

Cover migliori delle originali

Messaggio da Sergio_Ottaiano » 19/10/2015, 18:04

Secondo voi quali potrebbero essere le cover migliori delle loro originali versioni?
Fondamentalmente creare una cover significa reinterpretare il brano, farlo proprio, arrangiarlo nuovamente aggiungendoci qualcosa di personale, un tocco in più che renda la canzone nuova, diversa e unica.

Per me queste che ho riportato qui: http://www.cultora.it/le-cover-song-sup ... originali/

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8112
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Cover migliori delle originali

Messaggio da Hairless Heart » 19/10/2015, 18:20

Bene, argomento interessante. Però non usare il forum solo per pubblicizzare i tuoi articoli di un altro sito. Se hai qualcosa di interessante da dire, perché non postarlo direttamente?
Nella lista delle cover importanti, manca (forse) la più celebre: With a little help from my friends, dal Pepper dei Beatles, stravolta da Joe Cocker e presentata in un concertino per pochi intimi, che ha lo stesso nome di un uccellino dei fumetti. Che superi l'originale, è tutto da stabilire.
Sempre a proposito di fabs, loro cavallo di battaglia fu Twist and Shout, che ha superato l'originale degli Isley Brothers, ma potremmo citare anche Long Tall Sally di Little Richard (qui forse la partita è in pareggio).
Poi mi vengono in mente Let's Spend the Night Together degli Stones rifatta da Bowie, Hush coverizzata dai Deep Purple (ma anche Help! [smile] ), ecc.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

2Old2Rock2Young2Die
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1392
Iscritto il: 20/09/2013, 16:15

Re: Cover migliori delle originali

Messaggio da 2Old2Rock2Young2Die » 19/10/2015, 18:38

Aggiungerei Mr Tambourine Man e Turn Turn Turndei Byrds, The House Of The Rising Sun degli Animals Hey Joe di Hendrix, My Sweet Lord di George Harrison ( [smile]) e Child in time dei Deep Purple ( [smile] [smile]). Ovviamente x questi ultimi due si scherza [fisc]
Immagine
Clicca qui o sull'immagine per ingrandire
"But don't you think that I know that walking on the water, Won't make me a miracle man?"

Avatar utente

MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Cover migliori delle originali

Messaggio da MrMuschiato » 19/10/2015, 19:00

E io aggiungerei You Really Got Me dei Kinks, rifatta dai Van Halen.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Cover migliori delle originali

Messaggio da Harold Barrel » 22/10/2015, 22:17

Sposto l'argomento nella sezione appropriata.
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Cover migliori delle originali

Messaggio da reallytongues » 23/10/2015, 0:00

ho aperto il tuo blog per curiosità, anche se debbo dire che non è il massimo della correttezza aprire topic su di un forum solo per far da esca al tuo spazio
ebbene debbo dire che una certa superficialità connota la tua passione musicale
un generico approccio che avvicina cose di indubbio valore, ma abbastanza inflazionate se non overrated ad altre baggianate da web
non penso che un utente del genere sia molto utile per un forum, visto e considerato che sembri interessato più a pubblicizzare ciò che scrivi che quello che noi, come comunità, condividiamo
saluti
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Cover migliori delle originali

Messaggio da Harold Barrel » 23/10/2015, 9:38

Su questo forum non è proibito promuovere altri siti ma ci sono delle condizioni.
La più importante di tutte è la reciprocità: finora hai pubblicato su questo forum 8 messaggi di cui 6 contengono un collegamento, ciascuno ad una pagina del blog su cui pubblichi. Per correttezza, dovresti fare altrettanto sul blog per dare visibilità al nostro forum.
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

EruditeEyes
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 88
Iscritto il: 03/07/2014, 16:27

Re: Cover migliori delle originali

Messaggio da EruditeEyes » 23/10/2015, 14:51

MrMuschiato ha scritto:E io aggiungerei You Really Got Me dei Kinks, rifatta dai Van Halen.

Che vanta un'altra nobile versione, da parte degli 801 in "801 Live" [approve]

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: Cover migliori delle originali

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 26/11/2019, 21:04

Io in genere tendo a reputare migliore la versione originale perché il brano è stato pensato, composto e arrangiato in un certo modo e cantato/suonato dall'artista/dal gruppo di conseguenza. Chi coverizza può sì aggiungere qualcosa ma in genere parte in vantaggio, dovendo solo lavorare su che veste nuova dare al brano. Va da sé che questo discorso vale per chi prende brani altrui dove l'autore coincide con l'esecutore, altrimenti, se un brano è stato scritto per un determinato cantante/gruppo da qualcun'altro e poi viene ripreso si parte ad armi pari con il primo/i primi esecutore/i. Gioca molto a favore di chi reinterpreta, nel mio giudizio, se il brano scelto è semplice, se si opta per una rielaborazione più complessa o se è complicato già in partenza. Ciò premesso, ecco i brani che, coverizzati, io considero migliori degli originali:
1) "With a little help from my friends" nella versione di Joe Cocker: non è tanto per il contesto in cui è stata cantata (Woodstock), del resto l'originale faceva comunque parte dell'album epocale "Sgt. Pepper's lonely hearts club band", quanto per quella carica Rock-Soul che viene impressa da Mr. Cocker al brano, in origine una marcetta cantata da Ringo con voce un po' moscia. Non che mi dispiaccia la versione originale ma se la tolgo dal contesto dell'album non mi pare diversa da una "Yellow submarine" o "Octopus's garden", mentre quella di Cocker sta benissimo in piedi anche nella versione in studio.
2) "All along the watchtower" nella versione di Jimi Hendrix: attingere dal canzoniere di Bob Dylan di quegli anni (1967) e non sfigurare era compito arduo per chiunque. I pur grandissimi Byrds, che comunque convinsero Dylan a passare definitivamente al Rock elettrico reinterpretando diverse sue canzoni, non riuscirono comunque ad affiancare del tutto la bellezza delle esecuzioni originali del Poeta di Duluth. Jimi Hendrix, invece, prese questa Blues ballad per voce, chitarra acustica e armonica e la trasformò in un masturbatorio crescendo chitarristico psichedelico, superando di gran lunga l'originale, tanto che ormai si associa questo brano più a lui che a Dylan.
3) "Cocaine" nella versione di Eric Clapton: qui, secondo me, si vince facile. Onore al merito a J. J. Cale, semisconosciuto (almeno in Europa) autore di diversi brani poi reinterpretati da rinomati musicisti e gruppi Rock, ma ascoltate la versione originale del 1976 e quella di Clapton uscita solo un anno dopo. Purtroppo non vi è match: una è un bluesetto moscio che si trascina stancamente, il secondo sembra la versione Anni'70 della creamiana "Sunshine of your love". Anche qui, come per il brano sopraccitato, si tende ormai ad associare il brano più a Mr. Slowhand che a Cale.
Ultima modifica di Lorenzo Mentasti il 15/12/2019, 21:05, modificato 1 volta in totale.
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1456
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Cover migliori delle originali

Messaggio da aorlansky60 » 27/11/2019, 10:16

Su questo tema, in tutto il panorama Rock espresso dagli anni 60 in poi, la prima che mi è sempre venuta in mente, da decenni è sicuramente

ALL ALONG THE WATCHTOWER di DYLAN, che JIMI HENDRIX trasformò in un modo a dir poco pazzesco (positivamente parlando); peraltro lo stesso DYLAN riconobbe al "Grande Chitarrista Nero di Seattle" la sua versione come quella "definitiva" di un brano già grande fin dall'origine.

Poi personalmente ho sempre avuto un debole per "I SEE YOU" dei BYRDS nella versione riletta degli YES (nell'omonimo loro album d'esordio del '69) che quasi mi piace più dell'originale...
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2159
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Cover migliori delle originali

Messaggio da theNemesis » 27/11/2019, 11:39

Non so se si possa considerare "meglio" o "peggio" dell'originale, visto che sconfiniamo nei pareri personali, ma sicuramente la cover è più energetica dell'originale!

Earth Wind & Fire - Got to get you into my life



Un altra cover notevole, secondo me, è quella che ha fatto il gigantesco (in tutti i sensi) Barry White del bel brano di Billy Joel.

Barry White - Just the Way You are

Dancing on time way...

Rispondi