Le leggende (metropolitane) del Rock

Spazio di riflessione dedicato a discussioni meta-musicali o che toccano diversi generi musicali contemporaneamente.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi
Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Le leggende (metropolitane) del Rock

Messaggio da MrMuschiato » 13/09/2015, 18:05

Nel corso degli anni sono comparse varie leggende attorno a musicisti e gruppi Rock (e dintorni), alcune simpatiche e originali, altre al limite dell'impossibile; ho aperto questo thread per collezionarle tutte e magari discuterne assieme.
Ve ne posto un paio:

PID - Paul is Dead

Probabilmente la più famosa leggenda metropolitana sul Rock, questa racconta come lo storico bassista dei Beatles sia morto in un incidente stradale nel 1966. Quindi da quel giorno ad oggi colui che dovrebbe essere Paul altri non sarebbe che un suo sosia, spacciato per il vero McCartney per non fermare l'incredibile fenomeno Beatles. I 4 non hanno mai confermato ne smentito, ma nel corso degli anni hanno regalato ai fans tantissimi indizi e spunti, dai testi delle canzoni alle copertine, spunti che non fanno altro che dar vivacità alle tesi complottistiche. Potete trovare qui un sito che tratta approfonditamente l'argomento.

Robert Johnson e il patto con il Diavolo

Se la leggenda sulla morte di McCartney è opinabile questa è addirittura grottesca. Si dice infatti che il famoso chitarrista blues Robert Johnson abbia fatto un patto con il Diavolo per diventare un chitarrista incredibilmente dotato. La scarsa documentazione sulla sua vita, il fatto che pare non fosse dotato tecnicamente, sia scomparso per breve tempo e sia tornato con una tecnica che difficilmente avrebbe potuto imparare in quel lasso di tempo e la prematura e misteriosa scomparsa a 27 anni (primo di una lunga serie di star musicali, da Morrison a Hendrix) altro non fanno che aggiungere mistero attorno al chitarrista americano. Potete trovare la sua leggenda qui.

Il ragazzo suicida al concerto dei Deep Purple

Poco sono riuscito a trovare su questa leggenda, ma si dice che durante un concerto in Giappone (uno dei due che verranno registrati per il famoso live Made in Japan) un ragazzo fra il pubblico si sia suicidato durante l'esecuzione di Child in Time. Lo sparo si potrebbe sentire anche nella registrazione, in modo ovviamente poco chiaro. A specifica domanda Ian Gillan qualche anno fa disse di non sapere nulla di ciò (potete trovare l'intervista qui)

Il messaggio satanico dei Led Zeppelin

Questa è una delle leggende metropolitane più accreditate per due motivi: non presente patti con esseri sovrannaturali o morti misteriose, e si ha certo riscontro. La leggenda narra che ascoltando al contrario un verso della famosissima Stairway to Heaven si possa sentire un messaggio rivolto a Satana. Il verso in questione è questo:

''If there's a bustle in your hedgerow, don't be alarmed now,
It's just a spring clean for the May queen.
Yes, there are two paths you can go by, but in the long run
There's still time to change the road you're on.
And it makes me wonder.''


Mentre qui potete leggere ed ascoltare il verso in questione al contrario.

Ozzy Osbourne e la testa del pipistrello

Pare che il famoso frontman durante un concerto nel 1982 abbia staccato con un morso la testa di un pipistrello lanciato sul palco. Il cantante pensava fosse finto, e venne portato all'ospedale per i vaccini antirabbia. Il fatto pare essere stato confermato dalla moglie Sharon e dai presenti al concerto. Il fatto giovò all'immagine di Ozzy, che lo usò nel suo successivo album solista, sulla cui copertina si vede il cantante con la bocca sporca di sangue e un pipistrello sullo sfondo. Qui la conferma di Ozzy stesso.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

mimmo il meccanico
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 371
Iscritto il: 18/12/2011, 9:54

Re: Le leggende (metropolitane) del Rock

Messaggio da mimmo il meccanico » 13/09/2015, 19:16

Si, Ozzy che staccò la testa a un pipistrello mi pare sia successo veramente. E lo fece anche con una colomba viva, se non ricordo male.

Vabbè, sui Led Zeppelin ce ne sono a decine di aneddoti, e altri fatti strani, probabilmente in parte veri, in parte romanzati. Basta leggere "Il Martello degli Dei". Tipo quando Jimmy Page arrivò in India in autostop, o la storia dello squalo.

Anche su Blackmore, si dice facesse scherzi assurdi, alcuni al limite della follia pura.

Per quel che riguarda i testi al contrario ora mi viene in mente Another One Bites the Dust dei Queen, che al contrario sembra dire "start to smoke marijuana"... anche se non ho mai capito come si fa ad ascoltare un disco al contrario, forse bisogna appendersi a testa in giù [smile]

Poi la teoria secondo la quale dietro la morte di Brian Jones ci sarebbe Mick Jagger

e ovviamente i tanti che sostengono che Elvis, ma anche Jim Morrison, sarebbero ancora vivi

Comunque si, Paul is Dead resta la number one 8-)
ok e adesso?

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Le leggende (metropolitane) del Rock

Messaggio da reallytongues » 13/09/2015, 19:58

Lessi che Brian Jones avesse il terzo capezzolo sulla coscia come le streghe [spock]
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

rim67
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2386
Iscritto il: 06/04/2013, 22:23

Re: Le leggende (metropolitane) del Rock

Messaggio da rim67 » 13/09/2015, 20:35

:lol: :lol: :lol:
Una convinzione non è solo un'idea che la mente possiede, è un'idea che possiede la mente.

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Le leggende (metropolitane) del Rock

Messaggio da MrMuschiato » 14/09/2015, 0:02

Di Stairway to Heaven e del PID già avevamo parlato qui:

http://vintagerockforum.altervista.org/ ... f=39&t=817

http://vintagerockforum.altervista.org/ ... p?f=37&t=7

A breve posto altre leggende metropolitane! [bye] [bye]
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Le leggende (metropolitane) del Rock

Messaggio da Watcher » 14/09/2015, 8:04

reallytongues ha scritto:Lessi che Brian Jones avesse il terzo capezzolo sulla coscia come le streghe [spock]
[smile]
Detto così sembra che tutti gli altri ce l'abbiano al loro posto.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Le leggende (metropolitane) del Rock

Messaggio da MrMuschiato » 15/09/2015, 1:03

Ed eccola qui la leggenda sugli Stones citata da mimmo...

Brian Jones e il sacrificio a Satana

A quanto pare satanismo e musica vanno a braccetto, visto che una leggenda narra che dietro la prematura morte del polistrumentista Brian Jones ci sia la mano del compagno di band Mick Jagger e del Diavolo in persona. Si dice che il frontman, accecato dalla bravura e dal carisma di Jones vendette la sua vita al demonio in cambio della popolarità eterna. I vari rimandi nelle canzoni (Symphaty for the Devil su tutti) di certo buttano benzina sul fuoco di questa storia. Qui trovate la storia raccontata nel dettaglio.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: Le leggende (metropolitane) del Rock

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 09/08/2020, 12:06

Salve!
Vorrei contribuire a riesumare questo topic perché mi sembra divertente.
E allora:

-Ritchie Blackmore: leggendo la biografia dei Led Zeppelin 'When the Giants walked on Earth', si parla ovviamente anche dei Deep Purple. L'unico scherzo di cui ho memoria in quel libro è Blackmore che in un hotel indossa un'armatura con tanto di spada e inizia a correre dietro a una ragazza come se fosse posseduto da uno spirito dentro l'armatura

-Mick Jagger, Marianne Faithfull, Keith Richards: conoscete la storia della barretta di Mars? 12 febbraio 1967, Redlands (zona londinese dove abitavano Mick e Marianne, se non vado errato). La polizia irrompe nell'abitazione e arresta i tre, colpevoli di detenzione di LSD. A quanto pare, il LSD era stato messo, per nasconderlo, in una barretta di Mars che, a sua volta, si trovava....lì, nel punto G di Marianne Faithfull

-Marylin Manson: pare, ma direi che qua siamo nella fake new, che il buon Brian Warner abbia seguito l'esempio di D'Annunzio e si sia fatto operare alle costole. L'obiettivo sarebbe però stato l'autofellatio orale
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

twoofus
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1535
Iscritto il: 19/06/2015, 13:29

Re: Le leggende (metropolitane) del Rock

Messaggio da twoofus » 09/08/2020, 13:57

La vera storia di Redlands, la villa di Keith Richards, è un po' diversa. C'era molta altra gente quella sera, e George Harrison e consorte erano appena andati via, quando irruppero i poliziotti del sergente Pilcher, quello delle retate alle rockstar (avrebbe arrestato anche Lennon e Harrison dopo un anno, ed è lui il Semolina Pilchard di I am the walrus). Marianne Faithfull aveva appena fatto una doccia ed era nuda con una pelliccia trovata lì per lì. Il Mars è una bufala, a detta di tutti. Mick e Keith e Robert Fraser passarono per il carcere...
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead.

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: Le leggende (metropolitane) del Rock

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 09/08/2020, 14:09

Ok, grazie. Infatti non ricordo benissimo. E anche lì siamo comunque nel campo delle leggende metropolitane
"Mother, didn't need to be so high."

Rispondi