Van Der Graaf Generator: Pawn Hearts

In questa sezione recensiamo e discutiamo quelle che sono secondo voi divenute pietre miliari del Rock.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Regole del forum
Si invitano gli utenti a consultare il nuovo regolamento della sezione QUI.

In breve:

1. Contattate lo staff se volete inserire una vostra recensione in questa sezione, allegando una bozza della stessa;
2. La recensione non potrà più essere divisa in un numero eccessivo di post ma raggruppata in un numero limitato di messaggi;
3. L'inserimento di video da YouTube nelle recensioni dovrà essere contenuto;
4. Si richiede, nel limite del possibile, un’esposizione corretta sotto il profilo grammaticale.

E' vietato copiare integralmente recensioni da altri siti web.
In caso di citazioni estese è necessario indicare la fonte di quest'ultime.
Rispondi
Avatar utente

Topic author
Progressive-Sax
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 413
Iscritto il: 04/05/2011, 12:36
Località: San Pietro Valdastico (vi)

Van Der Graaf Generator: Pawn Hearts

Messaggio da Progressive-Sax » 05/07/2011, 11:37

Tre pezzi per un'iniezione alla Van Der Graaf Generator a dir poco spiazzante!
Un'album superiore, una manna dal cielo, qualcosa di ultraterreno e incompreso, che se viene disannodato regala un infinito carico di emozioni a cui non saremmo mai arrivati a capo. Senza il generatore e la sua musica così complessa e psicologica al prog mancherebbe un tasselo importante, a mio avviso incolmabile. Quest'album ne è la prova inconfutabile.

Primo pezzo: Lemmings.

http://www.youtube.com/watch?v=c-Qf9O0To6Y

Mio dio, questa track mi ha cambiato la vita! Non avevo mai sentito qualcosa di così potente e allo stesso tempo così fragile! Basta leggere il testo per rendersi conto dello spessore del brano...terrificante, ma che costringe a porsi delle domande importanti e inconfutabili. Magistrale e bellissimo. La struttura jazzata quando si ritorna al chorus, con David Jackson che svisa al sassofono, è la parte che preferisco del brano! Il contralto e il piano si uniscono in un tuttuno di pazzia strumentale fantastico e schizzofrenico. [slurp]

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Van Der Graaf Generator: Pawn Hearts

Messaggio da Hairless Heart » 05/07/2011, 18:35

Notturni.
"Sporchi".
Immensi.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Van Der Graaf Generator: Pawn Hearts

Messaggio da Watcher » 06/07/2011, 14:45

I VDGG non li conosco da molto e in gioventù li avevo snobbati. Ora li ascolto abbastanza spesso.
Ritengo Pawn Hearts, nonostante un po’ pesantuccio, il loro album più affascinante.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Topic author
Progressive-Sax
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 413
Iscritto il: 04/05/2011, 12:36
Località: San Pietro Valdastico (vi)

Re: Van Der Graaf Generator: Pawn Hearts

Messaggio da Progressive-Sax » 06/07/2011, 17:53

Passiamo a Man Erg.

http://www.youtube.com/watch?v=swEjRky4qw8

Questo pezzo non ha bisogno di presentazioni. In concerto è spesso e volentieri ripescato tra le vecchie hit, come Killer e House With No Door, e riproposto in versione trio, dove comunque non perde la sua essenza. Posto il testo qui sotto .:)

ENERGIA UMANA
L'assassino vive dentro di me: posso percepirlo agitarsi.
Talvolta si assopisce nella quiete del suo posto,
ma poi i suoi occhi si riaprono e guardano fisso attraverso i miei
egli pronuncia le mie parole e penetra nella mia mente.
L'assassino vive.
Gli angeli vivono in me: posso percepirli sorridere....
La loro presenza accarezza
e placa la tempesta nella mia mente
e il loro amore può guarire le ferite
che mi sono procurato.
Loro mi sorvegliano in modo che non cada -
bene, so che sarò agguantato,
poiché gli angeli vivono.

Come posso essere libero?
Come posso ottenere aiuto?
Sono realmente io?
Sono qualcun'altro?

Soltanto avvicinandosi furtivamente al mio intimo
gli accoliti della malinconia
e il Capo della Morte gettano il loro travestimento
nell'angolo della mia stanza
ed io sono condannato....
Soltanto ridendo nel mio cortile di gioco i monelli
della mia gioventù
e serietà, attendendo l'uomo Vecchio
sugli spioventi del tetto:
mi giudicano onesto....

Ed anch'io vivo dentro di me e molto spesso
non so chi sono:
So di non essere un eroe....
spero di non essere dannato.
Sono proprio un uomo, e assassini, angeli,
tutti sono costoro:
Dittatori, sapienti, rifugiati
in guerra e in pace
finche l'Uomo vive....

Sono proprio un uomo, e assassini, angeli,
tutti sono costoro:
Dittatori, sapienti, rifugiati ....

Wow :shock: ! Saperle scrivere cose così! Il Talento di Hammil nel trasmettere i suoi testi cantando è davvero eccezionale!!
La struttura pacifica del brano rende gli intermedi a dir poco furiosi molto accattivanti, e fa di questo brano qualcosa di speciale. Sia chiaro tutti i pezzi dell'album sono unici e hanno un forte "potere" anti commerciale che li rende ostici a primo ascolto. Sopratutto Lemmings, che io ho trovato immediata, è considerata uno scoglio arduo da superare.

Avatar utente

Topic author
Progressive-Sax
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 413
Iscritto il: 04/05/2011, 12:36
Località: San Pietro Valdastico (vi)

Re: Van Der Graaf Generator: Pawn Hearts

Messaggio da Progressive-Sax » 12/07/2011, 12:12

Ed eccoci arrivati all'ultima brillante pazzia di quest'album, A plague Of Lighthouse Keepers. 23.05 minuti di canzone divisa rispettivamente in 10 parti di assoluto fascino! Ora ve le elenco:

a= Eyewitness
b= Pictures/Lighthouse
c= Eyewitness
d= S.H.M
e= Presence Of The Night
f= Kosmos Tour
g= (Custard's) Last Stand
h= The Clot Thicken's
i= Land's End (Sineline)
J= We go Now

La struttura del brano è molto complessa visto che spesso tra una parte e l'altra il pezzo cambia totalmente tema e tempo. La ripresa del chorus iniziale si sente ogni tanto riecheggiare qua e la mentre la voce di Hammil e le tastiere di Banton padroneggiano ovunque, con particolari effetti psicotici che rendono tutto l'insieme davvero tosto, a volte simile ai Floyd di Ummagumma e di A Saucerful Of Secrets. La cosa interessante è come il tutto funzioni perfettamente, senza intoppi! Tutti i tasselli sono al posto giusto, il brano non potrebbe essere stato scritto meglio, il suo messaggio sognatore e distaccato ci arriva pian piano sorprendendoci. Godetevi questo disco che merita.

http://www.youtube.com/watch?v=tNAO7uDH0M8

Avatar utente

tommy63
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 558
Iscritto il: 04/02/2011, 16:14
Località: Versilia

Re: Van Der Graaf Generator: Pawn Hearts

Messaggio da tommy63 » 12/07/2011, 15:04

Grande album,ho sempre considerato (anche se è antecedente e con le dovute differenze)A Plague of lightouse keepers la Supper's ready dei Van der graff.

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Van Der Graaf Generator: Pawn Hearts

Messaggio da Progknight94 » 13/07/2011, 10:35

Forse può interessare... Il tema di A Plague è riferito ad un episodio di cronaca (Nera) di nonricordoquando in cui una ragazza chissàilnome guardiana di faro che fa sbattere e affondare due navi e poi si suicida :o

Avatar utente

Topic author
Progressive-Sax
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 413
Iscritto il: 04/05/2011, 12:36
Località: San Pietro Valdastico (vi)

Re: Van Der Graaf Generator: Pawn Hearts

Messaggio da Progressive-Sax » 13/07/2011, 23:45

Lo stile dei VDG c'è tutto! [smile]

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Van Der Graaf Generator: Pawn Hearts

Messaggio da Progknight94 » 14/07/2011, 14:00

Man erg è bellissima... altra curiosità: erg significa flusso, energia (è tedesco).
Io inizialmente credevo infatti fossero tedeschi, non inglesi :!:

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Van Der Graaf Generator: Pawn Hearts

Messaggio da Progknight94 » 14/07/2011, 14:01

Qualcuno sa che significa S.H.M?

Avatar utente

Topic author
Progressive-Sax
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 413
Iscritto il: 04/05/2011, 12:36
Località: San Pietro Valdastico (vi)

Re: Van Der Graaf Generator: Pawn Hearts

Messaggio da Progressive-Sax » 14/07/2011, 23:43

...ehm :roll: ...no! Però ci sta bene!
Altra curiosità, il ruolo di chitarrista qui è dato a Robert Fripp! [smile]

Avatar utente

Sr.HammilGabriel
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 58
Iscritto il: 10/11/2011, 15:00

Re: Van Der Graaf Generator: Pawn Hearts

Messaggio da Sr.HammilGabriel » 10/11/2011, 16:55

è sicuramente il cd che ho più affascinante di tutti, un Peter Hammil davvero da paura, (guardare il mio nome) sicuramente un cd da 5 stelle, è stato un amore a primo ascolto, per me.....

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Van Der Graaf Generator: Pawn Hearts

Messaggio da Progknight94 » 10/11/2011, 18:54

@sax: anche alla fine di Plague? sapevo che c'era in manerg, però su plague ho sempre avuto dubbi.

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Van Der Graaf Generator: Pawn Hearts

Messaggio da aorlansky60 » 13/02/2019, 14:58

Un altro album "storico",

insieme ai precedenti "The least we can do is wave to each other" e "H to HE (who am the only one)"

compone e completa la trilogia classica dei Van der Graaf Generator, imprescindibile per il Progressive Rock e più in generale per il rock contemporaneo; se si considera che questi tre titoli furono pubblicati tra il 1969 e il 1971, è facile rendersi conto di quanto fossero "avanti" Peter Hammill e soci, rispetto agli altri colleghi e concorrenti...

ho sempre avvertito qualcosa di "sacrale" e di quasi "liturgico" nella musica dei VDGG più di ogni altra Prog band (sarà per le atmosfere che Hugh BANTON sapeva ricreare ad arte con le sue tastiere; i testi e la voce di Peter Hammill facevano il resto per completare questo quadro nel mio immaginario).
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: Van Der Graaf Generator: Pawn Hearts

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 24/11/2019, 14:39

Geniale l'idea di includere lo splendido "Theme One" nella versione USA!
"Mother, didn't need to be so high."

Rispondi