Franz Liszt

Bach, Mozart, Beethoven, e moltissimi altri artisti hanno reso il mondo diverso con la loro musica. Possiamo discuterne qui.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi
Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3845
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Franz Liszt

Messaggio da reallytongues » 07/08/2014, 21:09

Non so quando possa piacere questo grande compositore e pianista. Ho letto che da molti è considerato piuttosto frivolo e fine a se stesso. Fu, come ricordano gi storici, una delle prime "star" della musica come virtuoso dello strumento:
le sue esibizioni destavano scaplore e il tripudio delle folle e lui non faceva nulla per sottrarsi ai virtuosismi piuttosto eccentrici e spettacolari.
Venendo alla musica lo trovo molto piacevole, elegante spesso addirittura misteriosa nella sua poetica del sublime. Trovo che la sua tecnica pianistica sia molto moderna, con accenni alle future armonie jazz.
Insomma la sua eleganza mi appassiona e la trovo di una pulizia formale abbagliante.
Il concerto N°1, forse un poco semplice per i grandi appassionati, lo seguo sempre con piacere. Il tema è intrigante e il suo lavoro pianistico prezioso. Ma è il suo unico concerto per orchestra che conosco.
Nelle sue composizioni solistiche al pianoforte lo trovo assai interessante. "La lugubre gondola" e soprattutto la magnifica "Après une lecture de Dante" sono esercizi avvincenti, ma il "Mephisto Valzer N1" è il mio preferito.
nel continente nero paraponzi ponzi bo


roberto63
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1347
Iscritto il: 07/03/2013, 16:23
Località: Savona

Re: Franz Liszt

Messaggio da roberto63 » 08/08/2014, 10:42

Per quello che conosco di lui, mi piace parecchio.
Viene tacciato talora di virtuosismo ad effetto.
Cè anche chi ne sottolinea il carattere innovativo soprattutto nelle composizioni per pianoforte sui musicisti successivi.
Ho solo un disco in cui c'è il bel Mephisto Waltz, ma anche questa splendida fantasia su temi popolari ungheresi con la direzione di Von Karajan.

Ne posto un'altra disponibile sul tubo:

Ultima modifica di roberto63 il 09/09/2015, 9:57, modificato 1 volta in totale.
Teorema di Stockmayer:
Se sembra facile, è dura.
Se sembra difficile, è fottutamente impossibile.

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2267
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Franz Liszt

Messaggio da Lamia » 08/08/2014, 15:04

Franz Liszt, il Principe del pianoforte! [hearts]

Ogni vocabolo che si scrive e' superfluo e nulla puo' avvicinarsi all'immensita' della sua Musica! [hearts] Uno dei massimi virtuosi che siano mai esistiti in assoluto, Colui che, con le ultime opere, ha delineato quel che si chiama 'musica del futuro', che prepara e anticipa l'arte di Wagner e tutti quegli sviluppi essenziali che il linguaggio europeo doveva ancora conoscere, da Debussy, a Ravel, da Bartok a Stravinskij, da Shoenberg a Webern e molti altri ancora!

Posto pur'io qualcosa, parto da un 'pezzo semplice' universalmente noto e, come molti suoi scritti, utilizzato in decine di film, pubblicita', opere etc. . perche' la Musica non ha tempo .. [hearts]

"Sogno d'amore":


http://youtu.be/-WYoihtlMXE


roberto63
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1347
Iscritto il: 07/03/2013, 16:23
Località: Savona

Re: Franz Liszt

Messaggio da roberto63 » 08/08/2014, 17:32

Un esempio di capacità di precorrere i tempi e l'evoluzione del pianoforte da parte di Franz Liszt potrebbe essere questo: Unstern!

Ultima modifica di roberto63 il 09/09/2015, 9:57, modificato 1 volta in totale.
Teorema di Stockmayer:
Se sembra facile, è dura.
Se sembra difficile, è fottutamente impossibile.


elio77
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 619
Iscritto il: 09/05/2014, 15:37

Re: Franz Liszt

Messaggio da elio77 » 17/08/2014, 13:54

non ho mai approfondito la sua conoscenza in quanto non mi ha mai entusiasmato tantissimo,non riesco a farmi coinvolgere dalle sue melodie ma ad ogni modo lo trovo un musicista di grande valore

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 7757
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Franz Liszt

Messaggio da Hairless Heart » 23/08/2014, 15:26

Permettetemi di citare un film del 1975, Lisztomania, con Roger Daltrey nei panni del musicista ed anche Ringo Starr. La colonna sonora è uscita a nome Rick Wakeman. Non un gran disco, a dire il vero.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2267
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Franz Liszt

Messaggio da Lamia » 26/08/2014, 15:13

Roger Daltrey nei panni di Liszt? :shock: .. .. personalmente non mi piacciono le trasposizioni cinematografiche dei Compositori classici, ma questa proprio mi mancava.

Va be, posto il Capolavoro, la piu' importante composizione pianistica di Liszt, l'equilibrio perfetto tra sostanza musicale ed estrinsecazione tecnica, difficilissimo per chi si imbatte, ma dolcissimo e magnificente per chi ascolta. Un 'lento' e dolcissimo tema centrale 'femminile' da quale si sviluppano episodi contrastanti, prendon forma da questa spettacolare composizione, la meraviglia delle meraviglie: la grande "Sonata in Si minore" [hearts]

Posto la versione del bravissimo Maurizio Pollini.


http://youtu.be/ohYL1PaWBOE

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2267
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Franz Liszt

Messaggio da Lamia » 02/09/2014, 14:52

. . .ma e' semplicemente terribile, immagino il regista abbia inventato questo strano personaggio che definirei 'salottiero' al limite del fumetto (terribile anche Daltrey, meglio sia tornato a fare il rocker va) che nulla ha a che fare con Liszt basandosi sulla sua figura che risulta alterata piu' dal mito e dalle storie romanzate che dall'essenza del Compositore stesso. [tears]


roberto63
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1347
Iscritto il: 07/03/2013, 16:23
Località: Savona

Re: Franz Liszt

Messaggio da roberto63 » 09/09/2015, 11:26

@ lamia

Russell è un maestro dell'espressionismo grottesco ai limiti, e qualche volta oltre, del kitsch. Perciò, certe licenze rientrano nella sua poetica cinematografica. Naturalmente è comprensibile che gettino sconcerto, sia chiaro. :)
Andando off topic, ti raccomando la visione de La Perdizione (tit. originale Mahler), film biografico sul grande compositore Gustav Mahler dove questi aspetti vengono particolarmente esaltati.
Teorema di Stockmayer:
Se sembra facile, è dura.
Se sembra difficile, è fottutamente impossibile.

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2267
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Franz Liszt

Messaggio da Lamia » 09/09/2015, 16:10

Ok Roberto, in effetti non conoscendo Russel , diciamo che il mio giudizio rimane limitato e affrettato, poi vedere un frammento del film in effetti rende poco l'idea.

Ok, mi segno il film, grazie! Penso che conoscere la vita di Mahler sia importante anche per capire la sua musica, la melanconia , musica dal potere comunicativo straordinario, a mio avviso, direi attuale, moderno! Quando l'ho visto posto qui qualche pensiero cosi ne parliamo, e' sempre bello condividere ! [happy]

Rispondi