Ginger Baker "Why?" 2014

Una sezione dedicata a tutti gli appassionati del Jazz, nato nei primissimi anni del '900 negli Stati Uniti ma che influenza tutt'ora i più grandi musicisti.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi
Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Ginger Baker "Why?" 2014

Messaggio da reallytongues » 06/07/2014, 22:54

Torna in pista Ginger Baker con un notevole album jazz.
Si tratta di un jazz molto inglese che richiama quello che l'ex drummer dei Cream suonava con Graham Bond assieme a Jack Bruce.
Molto ritmo percussivo, suono caldo e avvolgente, piacevole e divertente senza troppe divagazioni assolistiche.
la title track è infatti una vecchia composzione di Baker già suonata nei 60 con Bond.
nel continente nero paraponzi ponzi bo


roberto63
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1347
Iscritto il: 07/03/2013, 16:23
Località: Savona

Re: Ginger Baker "Why?" 2014

Messaggio da roberto63 » 07/07/2014, 19:04

A me è piaciuto e mi ha ricordato i momenti più belli della CCS di Alexis Korner e gli Airforce sua creatura post Cream, purtroppo presto abbandonata. :D
Teorema di Stockmayer:
Se sembra facile, è dura.
Se sembra difficile, è fottutamente impossibile.

Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Ginger Baker "Why?" 2014

Messaggio da reallytongues » 07/07/2014, 19:20

ecco la Airforce mi manca...
ma facevano jazz?
nel continente nero paraponzi ponzi bo


roberto63
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1347
Iscritto il: 07/03/2013, 16:23
Località: Savona

Re: Ginger Baker "Why?" 2014

Messaggio da roberto63 » 08/07/2014, 17:43

Jazz-rock, blues rock, cenni di progressive con la crema dei musicisti britannici del periodo: Harold McNair, Steve Winwood, Chris Wood, Graham Bond, Denny Laine ecc...

Ho il primo, quello live, considerato il migliore.

http://en.wikipedia.org/wiki/Ginger_Bak ... ce_(album)

http://en.wikipedia.org/wiki/Ginger_Bak ... ir_Force_2

Teorema di Stockmayer:
Se sembra facile, è dura.
Se sembra difficile, è fottutamente impossibile.

Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Ginger Baker "Why?" 2014

Messaggio da reallytongues » 08/07/2014, 17:56

Ho ascoltao sia la Airforce che il disco solista di Baker di metà 70 "Stratovarious" e debbo dire che li trovo assai poco riusciti. Di progetti fusion ce ne sono di qualità assai migliore in quel periodo, l'unica componente, quella africana, che potrebbe dare quel tocco di originalità non la vedo utilizzata in maniera soddisfaciente per il progetto.
Ti dirò che, forse per l'esperienza maturata negli anni 80 con la new wave, trovo invece bellissimo questo live.
Qui credo che trovi molto meglio la quadra.
nel continente nero paraponzi ponzi bo


roberto63
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1347
Iscritto il: 07/03/2013, 16:23
Località: Savona

Re: Ginger Baker "Why?" 2014

Messaggio da roberto63 » 08/07/2014, 18:25

Fra l'altro la qualità dell'incisione lascia parecchio a desiderare e questo contribuisce a dare un giudizio meno positivo di quanto meriti.
In effetti, i due album ebbero scarso successo, il secondo ancora più del primo date le defezioni di Winwood, Wood, Grech: tre pezzi da novanta. ;)
Fu una band estemporanea un po' come i Blind Faith. Però va detto che mentre i Blind Faith sono avvolti nel mito, forse troppo secondo me, gli Airforce sono finiti nel dimenticatoio, eccessivamente penalizzati.
Rapportati ad altri epigoni dello stesso genere, concordo che Bruce solista, i Colosseum, i CCS di Korner e Thorup, McNair solista - un solo album, stupendo, poi purtroppo McNair se n'è andato presto e lasciando stare Nucleus, Soft Machine post Wyatt - abbiano mostrato maggiori qualità soprattutto compositive.

Usando la scala degli atlanti Giunti gli do' **½ per alcuni begli assoli e per l'energia profusa sul palco della Royal Albert Hall. :D
Per il resto conosco poco l'evoluzione successiva, per nulla i Baker Gurvitz Army ad esempio.
Non è male quello che hai postato, che trovo più interessante dell'afro beat di Fela Kuti cui Baker è stato vicino per qualche anno dopo gli Airforce.
Teorema di Stockmayer:
Se sembra facile, è dura.
Se sembra difficile, è fottutamente impossibile.

Rispondi