Thelonious Monk

Una sezione dedicata a tutti gli appassionati del Jazz, nato nei primissimi anni del '900 negli Stati Uniti ma che influenza tutt'ora i più grandi musicisti.

Moderatori: MrMuschiato, Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, reallytongues

Avatar utente

Autore del Topic
Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2296
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Thelonious Monk

Messaggioda Harold Barrel » 01/06/2012, 16:52

Spesso viene attribuita a Thelonious Monk la frase:

I made the wrong mistakes.


ovvero, "Ho fatto gli errori sbagliati", dopo un'improvvisazione insoddisfacente.
Che l'abbia detto o meno, il Jazz è proprio questo: l'arte degli errori giusti. Un po' come molti quadri di Cezanne, che preferisce rendere la profondità non con la prospettiva ma con i colori, tanto che ci ritroviamo teste verdi e alberi rossi.
Thelonious nasce nell'anno 1917: comincia a suonare nei locali Jazz quando aveva 22-25 anni, piuttosto tardi. Negli anni successivi entra in contatto con moltissimi musicisti Jazz, e conosce Art Blakey (Nel 58, incideranno insieme il memorabile "Art Blakey's Jazz Messengers with Thelonious Monk").
Era un personaggio piuttosto bizzarro, e non fu certamente compreso subito: diteggiature pazzesche, ritardi, silenzi, dissonanze e accordi "strani" lo rendevano unico nel campo dell'improvvisazione jazzistica.
La sua produzione discografica è stata immensa, e altrettanto di può dire della sua eredità musicale... Non c'è pianista Jazz che non possa fare i conti con Thelonious.

Uno dei suoi pezzi più famosi e a mio parere più riusciti è senza dubbio Blue Monk.

http://www.youtube.com/watch?v=Llt7PJl4lRI&ob=av2n
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Thelonious Monk

Messaggioda Progknight94 » 02/06/2012, 9:35

Abbastanza bello il pezzo. Album per iniziare? :)

Avatar utente

Autore del Topic
Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2296
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Thelonious Monk

Messaggioda Harold Barrel » 03/06/2012, 20:37

Ti consiglio due album.
Il primo, Monk's Music, è del 1957. La line-up è piuttosto variopinta:

Thelonious Monk - Pianoforte
Ray Copeland - Tromba
Gigi Gryce - Sax alto
Coleman Hawkins - Sax tenore
John Coltrane - Sax tenore
Wilbur Ware - Basso
Art Blakey - Batteria

... Con tanto di Blakey e Coltrane. Tra l'altro, è l'unica registrazione in studio di Monk in cui compaia John Coltrane.

Monk's Dream fu invece pubblicato nel 1963 ed è tutt'ora l'album di Monk che ha avuto più successo.
Line-up:

Thelonious Monk - pianoforte
Charlie Rouse - sax tenore
John Ore - basso
Frankie Dunlop - batteria

Buon ascolto!
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini


bagdrums
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 14
Iscritto il: 16/03/2014, 21:57

Re: Thelonious Monk ,,'drums - solo'..

Messaggioda bagdrums » 20/03/2014, 0:21

..eccovi quà un 'test' , devete indovinare il titolo di questo brano-musicale..
(x)NON ..consultate, libri,,discografie,,!!, solo con l' orecchio e l' ascolto .
Ciao fabio x)NON si vince ..niente..!)

http://www.youtube.com/watch?v=QGtVc8tU ... e=youtu.be
-,10,- Thelonious Monk, 4t ..''Drums - Solo'' ,Ben Riley, 1964 ,Parigi..
-------------------------------------------------------------
-x)questo brano è un esempio di ..cosa.. intendo per 'Collezionismo' di concerti ..Live..
Chi dispone di questi concerti potrebbe ''condividerli'' con altri 'collezionisti' musicali..):
-x-> [email protected]


conte_mascetti
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 61
Iscritto il: 01/02/2017, 1:31
Località: firenze

Re: Thelonious Monk

Messaggioda conte_mascetti » 04/02/2017, 2:08

talmente pazzo e geniale con il suo jazz sghembo e spigoloso che la musica di Monk era solo sua ed è quasi morta con il suo autore. Difficile entrarvi in simbiosi anche per notevoli musicisti come Coltrane o Davis, la dovevi assorbire cerebralmente e fisicamente poi, poi forse riuscivi a carpirne il criptico linguaggio come molto bene fece Rouse, bravissimo e fido sax player di Monk.

Ogni tanto ascoltando Andrew Hill risento qua e la' qualcosa di Monk, ma ogni tanto come dicevo.


elio1977
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 14
Iscritto il: 15/04/2017, 12:48
Località: Cremona

Re: Thelonious Monk

Messaggioda elio1977 » 15/04/2017, 17:55

L ho visto in tv in un concerto un po di tempo fa e mi è piaciuto molto. Suona in modo davvero personale e prenderò un dei dischi consigliati


baldo48
Novellino
Novellino
Messaggi: 29
Iscritto il: 17/12/2015, 21:27
Località: ANCONA

Re: Thelonious Monk

Messaggioda baldo48 » 16/04/2017, 21:38

C' un disco dal vivo dei Giants of Jazz ,credo del 1971 0 '72,un incontro tra Monk ed alcuni suoi vecchi amici,come Dizzy Gillespie,Sonny Stitt ed Art Blakey.
Anche questo disco è godibilissimo e non presenta alcuna difficoltà nell' ascolto,in quanto sono tutti notissimi
standard dell' era del Bop.
ciao
Ultima modifica di baldo48 il 16/04/2017, 21:55, modificato 2 volte in totale.


baldo48
Novellino
Novellino
Messaggi: 29
Iscritto il: 17/12/2015, 21:27
Località: ANCONA

Re: Thelonious Monk

Messaggioda baldo48 » 16/04/2017, 21:45

Vorrei consigliare anche questo bel disco degli Sphere dedicato alle composizioni di Monk :

Sphere "Four in One" ( con Charlie Rouse, Kenny Barron, Ben Riley, Buster Williams) 1982 (Elektra)

Gli Sphere hanno fatto altri omaggi a Monk (ed anche a Charliel Parker),ma questo disco mi sembra il migliore e
godibilissimo anche per chi si avvicina per la prima volta alla musica di Monk.
ciao


Torna a “Il Jazz”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron