PFM Live

Sezione dedicata a tutti gli artisti che hanno contribuito alla scena progressive italiana.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: PFM Live

Messaggio da Progknight94 » 17/01/2012, 20:36

Bè ad essere sinceri non l'ho introdotto io :oops: Semplicemente l'ho sgammato che suonava una delle scale del solo... Chissà se andrà avanti, intanto gli ho reglatato Foxtrot, lamb e un biglietto per i Musical Box a Padova

Avatar utente

SH61
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/05/2011, 16:11

Re: PFM Live

Messaggio da SH61 » 18/01/2012, 8:54

Progknight94 ha scritto:... intanto gli ho reglatato Foxtrot, lamb e un biglietto per i Musical Box a Padova
Tu si che sei un vero amico....!

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: PFM Live

Messaggio da Progknight94 » 18/01/2012, 21:26

Pensa che c'ho rinunciato io, per far andare lui.. :roll:

Avatar utente

Ago
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 125
Iscritto il: 24/02/2011, 14:32
Località: Imperia

Re: PFM Live

Messaggio da Ago » 18/01/2012, 22:27

6 agosto 2011 Fortezza del Priamar Savona, indimenticabile [hearts]
Il programma era questo: La Buona Novella - PFM Anthology
Il che significa: tutto l'album cover di Faber del 2010, due parole del tipo "ora tocca a noi" che hanno scaldato all'ebollizione tutto il pubblico (io ero già vaporizzato), La Luna Nuova, Maestro della Voce, Out Of The Roundabout, Volta la Carta, Il Pescatore.
Scendono dal palco, dopo poco risalgono, Mussida annuncia un po' timidamente e di sfuggita "questo è un pezzo nuovo"
Pad di tastiera sotto un assolo minimalista di chitarra, questa musica ambientale va avanti per 2/3 minuti finchè si arriva su un Re minore. E Mussida inizia Impressioni di Settembre.
BOATO. Lacrime agli occhi.
Tutto procede un po' lentamente, così il Capolavoro è terribilmente più maestoso e assassino di sentimenti.
Nell'assolo di synth illuminazioni potentissime e lente, da Pink Floyd, e un'emozione indimenticabile.
Finisce, subito dopo si attacca una versione particolare di Celebration, fatta durare almeno 10 minuti... come ogni Celebration, è diversa da tutte le altre versioni mai sentite, sembra quasi che non l'abbiano mai suonata uguale, 'sta canzone... ma che emozione, anche lì!!! :P

Concerto finito alle 12:00, io e un mio amico siamo rimasti fino all'1:00 fuori dall'uscita di servizio con altri due molto-molto-appassionati del pubblico per fare foto e autografi su stampe di fotografie e vinili d'epoca con tutti, compreso Lucio Fabbri (Tagliavini era sparito :shock: )

Torno a casa pensando "The Wall" (by Waters, 2 aprile, Milano, anche quello unforgettable) "anche è stato molto bello, ma questo è proprio un altro tipo di concerto."
Anche grazie a un magnifico di Cioccio che faceva continuamente cantare, urlare, saltare, agitare, impazzire tutti per tutto il concerto [bop]

L'unico commento negativo è che per loro de André è veramente un ossessione... con tutto il rispetto, adoro Faber tanto quanto adoro la PFM, ma io non volevo andare a sentire l'ex-gruppo spalla del più grande cantautore di tutti i tempi.
Volevo andare a sentire una delle più grandi prog band di tutti i tempi... effettivamente sono stato pienamente soddisfatto: è stato un concerto magnifico [slurp]



Ah, dimenticavo: se vi capita andateci, a sentirli, sono bravi :mrgreen:

Avatar utente

Musical Box_93
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 328
Iscritto il: 07/02/2011, 21:10
Località: Teramo

Re: PFM Live

Messaggio da Musical Box_93 » 19/02/2012, 1:25

Raga mi sto avvicinando ora ai PFM e volevo dei suggerimenti da voi,cosa mi consigliate di ascoltare?Adoro impressioni di settembre,preferirei album progressive chiaramente [slurp]
You've got to be crazy

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: PFM Live

Messaggio da Progknight94 » 19/02/2012, 10:56

Non conosco tutto, ma l'Isola di Niente è un album come pochi! [approve]

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: PFM Live

Messaggio da Hairless Heart » 19/02/2012, 11:32

-Storia di un minuto. Contiene Impressioni di settembre (diversa dalla versione del 45 giri) ed altri classicissimi;
-Per un amico
-L'isola di niente.
Con questo trittico vai sul velluto. Poi c'è l'apoteosi di Live in U.S.A., con versioni assolutamente memorabili.
Ci sono stati anche album in inglese con brani già editi, ma non li conosco a fondo.
Sempre nella lingua d'Albione c'è Chocolate kings, con Bernardo Lanzetti alla voce (che io, scusatemi tanto, proprio non sopporto).
Facci sapere cosa ne pensi. [bye]
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

mozo
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 246
Iscritto il: 26/12/2011, 17:03

Re: PFM Live

Messaggio da mozo » 19/02/2012, 11:45

Musical Box_93 ha scritto:

Raga mi sto avvicinando ora ai PFM e volevo dei suggerimenti da voi,cosa mi consigliate di ascoltare?Adoro impressioni di settembre,preferirei album progressive chiaramente
Guarda il mio personale consiglio è quello di ascoltare tutta la loro discografia dall'album d'esordio del '72 Storia di un Minuto fino a Chocolate Kings, l'ultimo con il violinista, flautista e cantante Mauro Pagani nei ranghi. Questi album rappresentano il meglio della PFM, un pò come, con le dovutissime proporzioni, per i Genesis tutti gli album da Trespass a The Lamb. Per quanto mi riguarda, album come Storia di un Minuto (il mio preferito), Per un Amico e Photos of Ghosts (che non sarebbe altro che la versione inglese di Per un Amico, tranne che per quanto riguarda il brano Il Banchetto, rimasto in italiano, con in più E' Festa da Storia di un Minuto fatta diventare Celebration ed un pezzo strumentale inedito chiamato Old Rain, con niente pò pò di meno che Pete Sinfield ai testi delle nuove versioni anglofone) rappresentano il cuore della discografia della PFM. Nota di merito anche per Chocolate Kings che trovo stupendo, il primo pubblicato solamente in inglese e con un cantante di ruolo, anche chitarrista ritmico per altro, già vocalist degli Acqua Fragile, Bernardo Lanzetti, che riamarrà con loro ancora per alcuni anni, con un timbro vocale abbastanza simile a quello di Gabriel (anche se io non trovo propio uguale, come ho sentito sostenere da alcuni :? ) ;) .

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: PFM Live

Messaggio da Hairless Heart » 19/02/2012, 11:52

Timbro simile, con la differenza che Gabriel emoziona, Lanzetti (nel mio caso) irrita.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

mozo
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 246
Iscritto il: 26/12/2011, 17:03

Re: PFM Live

Messaggio da mozo » 19/02/2012, 12:04

Esatto, il timbro è simile, ma quello di Gabriel suona spontaneo, insomma è propio la sua voce ad essere cossì, mentre Lanzetti mi ha sempre dato l'impressione di "sforzarsi" per ottenere quella vocalità, come se volesse imitare Gabriel a tutti i costi. Anche a me infatti la sua voce, anche se ripeto, simile come timbro a quella del mio cantante preferito, non è mai piaciuta, anche se Chocolate Kings lo trovo un signor album. Chissà come sarebbe stato con Ivan Graziani alla voce...

Avatar utente

Musical Box_93
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 328
Iscritto il: 07/02/2011, 21:10
Località: Teramo

Re: PFM Live

Messaggio da Musical Box_93 » 19/02/2012, 16:23

Grazie mille a tutti,procedo con calma all'ascolto [smile]
You've got to be crazy

Avatar utente

Ago
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 125
Iscritto il: 24/02/2011, 14:32
Località: Imperia

Re: PFM Live

Messaggio da Ago » 24/02/2012, 14:33

A me Lanzetti non è proprio mai piaciuto, e il recente CCL&R è il suo punto peggiore, a mio avviso...
A mio parere sono più vicino a Petey io... quando ho un po' di catarro in gola 8-)

Avatar utente

mozo
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 246
Iscritto il: 26/12/2011, 17:03

Re: PFM Live

Messaggio da mozo » 24/02/2012, 17:47

Per quanto mi riguarda la voce che più assomiglia a quella di Peter che io abbia mai ascoltato è quella di mio padre, che quando aveva la mia età cantava appunto in una cover band dei Genesis (anche se non suonava il flauto). Non ho mai sentito un cantante di una qualsiasi cover band avvicinarcisi come lui ad un timbro così gabrieliano. Rientrando in tema del topic e lasciando perdere gli orgogli famigliari [smile] ho gia detto che Lanzetti può irritare soprattutto perché tende a sforzare la voce (almeno questa è la mia impressione) per avvicinarla il più possibile al timbro o al modo di cantare (e ci riesce assai male) dell'illustre collega anglosassone. Fatto sta che, ripeto, Chocolate Kings è uno degli album più belli in assoluto della PFM, senza ombra di dubbio [approve] .

Avatar utente

SH61
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/05/2011, 16:11

Re: PFM Live

Messaggio da SH61 » 28/02/2012, 15:46

mozo ha scritto:Fatto sta che, ripeto, Chocolate Kings è uno degli album più belli in assoluto della PFM, senza ombra di dubbio [approve] .
Ancha a me piace "Chocolate Kings" e piace anche il successivo "Jet Lag" .
Però, come ricordato da qualcun altro, sono i primi 3 dischi quelli che maggiormente caratterizzano la PFM, che dopo il Live in USA si sono, sempre più velocemente, adagiati su altri generi, complice anche il periodo d'oro del prog ormai alla fine.

Per quanto riguarda Lanzetti non so se si sforzasse di imitare il timbro di Gabriel, all'epoca un esempio da imitare/copiare come dimostrò poi anche Fish e lo stesso Collins, o se, come magari per gli ultimi 2 che ho citato, non fosse davvero dotato di natura di questa voce.
Il problema era che la PFM non aveva nel suo organico inizialmente, a differenza degli altri gruppi più in vista, la figura di cantante/front man e questa fatto credo l'abbia sempre penalizzata. In effetti non è che le parti cantate fossero così rilevanti nelle loro composizioni, ma forse questo derivava proprio dal fatto che nessuno era felice di ricoprire quel ruolo. Lanzetti risolse il problema per un paio di dischi e, per la verità, i testi divennero con lui maggiormente importanti.
A me personalmente non dispiaceva, soprattutto rispetto a quanto avevano fatto i poveri Mussida e Pagani con davanti un microfono.

Avatar utente

mozo
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 246
Iscritto il: 26/12/2011, 17:03

Re: PFM Live

Messaggio da mozo » 28/02/2012, 17:22

Ancha a me piace "Chocolate Kings" e piace anche il successivo "Jet Lag" .
Però, come ricordato da qualcun altro, sono i primi 3 dischi quelli che maggiormente caratterizzano la PFM
Misà che lìho ricordato propio io [smile]
SH61 ha scritto:
Lanzetti risolse il problema per un paio di dischi e, per la verità, i testi divennero con lui maggiormente importanti.
A me personalmente non dispiaceva
Anche a me Lanzetti non dispiace, ho però espresso una mia sensazione riguardo al suo modo di cantare, che a qualcuno può dunque dar fastidio, ma che tuttavia a me stesso non tange, tant'è che amo album come Chocolate Kings ;) .

Avatar utente

Littlewing
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 221
Iscritto il: 11/11/2018, 11:29
Località: Como

Re: PFM Live

Messaggio da Littlewing » 18/11/2018, 17:41

Scusate se ''resuscito'' questo 3D ma sono nuovo del Forum e siccome li ho visti...
Estate del 1985 alla Montagnetta di Milano
Formazione ''titolare'' dell'epoca,quella per intenderci che aveva registrato ''Performance'' album ''live'' che consiglio vivamente
Franz Di Cioccio-Voce e batteria
Franco Mussida-Voce e chitarra
Patrick Djivas-Basso
Lucio Fabbri-Tastiere e Violino
Walter Calloni-Batteria

Concerto indimenticabile...loro davvero bravi e coinvolgenti
Li adoro e li ritengo i migliori con ampio distacco se si parla di band Italiane

Leggendo i commenti degli altri Rocker mi sono accorto di non essere il solo ad essere perplesso sulle loro scelte di quegli anni
Mi piace De Andrè ma se vado ad un concerto della P.F.M. voglio ascoltare la loro musica
Ecco perchè il concerto del 1985 non ha avuto seguito...perchè è mancata l'occasione giusta e perchè quando c'è stata la perplessità ha prevalso...
''Jimi Hendrix is not dead...God just wants guitar lessons''

Avatar utente

Inneres Auge
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 7
Iscritto il: 19/12/2018, 21:58

Re: PFM Live

Messaggio da Inneres Auge » 10/02/2019, 14:57

Si, l'ho vista dal vivo l'anno scorso! Grande spettacolo!
Nelle tue miserie riconoscerai il significato di un "Arbeit Macht Frei"

Rispondi