Possessori di un ampli Marshall: siete in lutto!

In questa sezione potete scambiarvi spartiti, suggerimenti, opinioni e critiche fra musicisti e amanti del suono.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi
Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Possessori di un ampli Marshall: siete in lutto!

Messaggio da Hairless Heart » 09/04/2012, 1:48

Morto Jim Marshall, il papà dell'amplificatore

Se ne è andato a 88 anni: grazie alla sua invenzione, il rock alzò il volume. E nulla fu più come prima

MILANO - Il rock ha perso decisamente uno dei suoi padri: già, senza Jim Marshall e i suoi amplificatori, difficilmente l'elettricità avrebbe preso il sopravvento nella musica contemporanea.

THE FATHER OF LOUD - Se ne è andato infatti a 88 anni, "The Father of Loud", il padre dell'alto volume, molto più anziano di tanti suoi devoti. Come Jimi Hendrix che nel suo negozietto di Uxbridge Road comprò uno dei suoi amp. O Kurt Cobain, profeta della distorsione (e quindi grato ai Marshall), morto giusto 18 anni fa ad anni 27.

QUEL GIORNO CHE PETE... - Marshall era nato a Londra e fin da piccolo si era appassionato alla musica, diventando prima cantante e poi batterista. All'inizio degli anni'60 lasciò i palcoscenici per diventare ingegnere elettronico e aprire appunto una bottega dove vendeva bacchette e strumenti. Leggenda narra che Pete Townsend, proverbiale chitarra degli Who, gli chiedesse una soluzione per alzare il volume. E ottenere suoni più profondi e distorti

RUMORE SACRO - Jim si mise al lavoro e inventò l'amplificatore che porta il suo nome. Acquisto fondamentale per ogni band in erba, presenza scenica immancabile ai concerti delle band planetarie o simulacro magari da distruggere. Ma soprattutto, rivoluzionario supporto, senza il quale il rock moderno, il rock nell'accezione di "rumore sacro", come avrebbe detto il grande critico Lester Bangs, non sarebbe mai nato.


http://www.corriere.it/spettacoli/12_ap ... 0cb1.shtml
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Possessori di un ampli Marshall: siete in lutto!

Messaggio da Watcher » 09/04/2012, 18:04

L'amplificatore Marshall era ambito da tutti, ma tra i comuni mortali pochi se lo potevano permettere.

R.I.P. Mr. Marshall.
Un altro pezzo di storia se n'è andato.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Possessori di un ampli Marshall: siete in lutto!

Messaggio da Harold Barrel » 14/04/2012, 16:18

Peccato!
Gli amplificatori Marshall non sono stati, per tutti questi anni, solo nei cuori dei chitarristi: c'è chi come me ammira il grande Jon Lord, il primo uomo che unì l'organo Hammond ad un amplificatore per chitarre, ottenendo un sound che cambiò la storia dell'Hard Rock, e non solo.
R.I.P.
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Rispondi