Diffusori HI-FI

In questa sezione potete scambiarvi spartiti, suggerimenti, opinioni e critiche fra musicisti e amanti del suono.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Avatar utente

Topic author
Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Diffusori HI-FI

Messaggio da Watcher » 08/03/2019, 15:30

http://vintagerockforum.altervista.org/ ... =40#p45164

Vedo due belle casse acustiche da pavimento...
[chin]
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Immagini curiose

Messaggio da aorlansky60 » 08/03/2019, 16:31

@ Watcher

non sono diffusori da pavimento, ma da supporto (o da "stand" secondo il linguaggio British)

(cioè diffusori che necessitano di una base per essere opportunamente collocati a terra, affinchè i tweeters [altoparlante alte frequenze] siano in asse con l'orecchio dell'ascoltatore, quando seduto) ; generalmente i supporti variano di altezza (da 50 a 70cm) per assecondare questo aspetto, a seconda dell'altezza del diffusore e relativa posizione del tweeter.

Una volta, diffusori dalla simile cubatura limitata erano anche definiti "da libreria", ma col tempo si è capito che sarebbe un delitto porli su una libreria [molto in alto, peraltro] dato che mortificherebbe le performances di ogni diffusore progettato per quello scopo.

Quelli che vedi sono TOTEM mod. Mani two - bass reflex (cassa aperta, sul retro) con un progetto originale per rinforzare l'emissione delle basse frequenze ("tallone d'achille" per qualsiasi diffusore di piccola cubatura) : non si vede perchè collocato internamente, ma di fatto i woofers sono DUE per ogni singola cassa, posti in asse uno rivolto oppostamente all'altro)
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

Humdrum
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 627
Iscritto il: 09/01/2014, 20:54
Località: veneto

Re: Immagini curiose

Messaggio da Humdrum » 08/03/2019, 19:12



Bel suono!
"Mi piacevano molto i Genesis con Peter Gabriel.Quando Peter ha lasciato il gruppo, ho smesso di seguirli." RICK WRIGHT(Pink Floyd)

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2146
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Immagini curiose

Messaggio da theNemesis » 19/03/2019, 10:40

aorlansky60 ha scritto:
08/03/2019, 16:31
@ Watcher

non sono diffusori da pavimento, ma da supporto (o da "stand" secondo il linguaggio British)

(cioè diffusori che necessitano di una base per essere opportunamente collocati a terra, affinchè i tweeters [altoparlante alte frequenze] siano in asse con l'orecchio dell'ascoltatore, quando seduto) ; generalmente i supporti variano di altezza (da 50 a 70cm) per assecondare questo aspetto, a seconda dell'altezza del diffusore e relativa posizione del tweeter.

Una volta, diffusori dalla simile cubatura limitata erano anche definiti "da libreria", ma col tempo si è capito che sarebbe un delitto porli su una libreria [molto in alto, peraltro] dato che mortificherebbe le performances di ogni diffusore progettato per quello scopo.

Quelli che vedi sono TOTEM mod. Mani two - bass reflex (cassa aperta, sul retro) con un progetto originale per rinforzare l'emissione delle basse frequenze ("tallone d'achille" per qualsiasi diffusore di piccola cubatura) : non si vede perchè collocato internamente, ma di fatto i woofers sono DUE per ogni singola cassa, posti in asse uno rivolto oppostamente all'altro)
La configurazione dei woofer delle Totem è definita "push-pull". I due coni sono montati contrapposti e vengono collegati in inversione di fase, ovvero quando uno spinge l'altro tira. Questa particolare modalità permette di ottenere una maggiore pressione sonora sulle basse frequenze, ma limita l'estensione sui bassi. Per questo motivo i diffusori che adottano questa tecnica (come i Totem di Aor) presentano una configurazione in Bass-Reflex, dove un "tubo" (o, in modelli più semplici, un foro) fa risuonare l'aria al suo interno alle frequenze più basse, ambito in cui il cono del woofer non riesce più a fornire la pressione sonora sufficiente. La risonanza dell'aria si somma a quella del cono e quindi si ottiene un aumento della pressione dei bassi.
A queste situazioni tecniche raffinate, preferisco soluzioni più semplici e dirette, magari meno performanti, ma, a mio modo di ascoltare, più lineari nella riproduzione.
Certe volte, infatti (ma non posso sapere se sia il caso delle Totem di Aor perchè non le ho mai ascoltate), la soluzione push-pull + bass-reflex "colora" un po' troppo il suono dei bassi, allunga la risposta del cono, e se non si utilizzano woofer molto smorzati (per intenderci quelli con la sospensione rigida) si rischia di avere bassi lunghi e troppo presenti.
Dancing on time way...

Avatar utente

Topic author
Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Immagini curiose

Messaggio da Watcher » 19/03/2019, 11:42

OT
Mi sembra di capire che sia Aor che Nemesis se ne intendano di HiFi. [smile]
Ho l'intenzione a breve di rinverdire il mio set HiFi ormai super datato, chiederò consigli a chi più esperto di me.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2146
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Immagini curiose

Messaggio da theNemesis » 19/03/2019, 12:46

A disposizione... ;)
Dancing on time way...

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Immagini curiose

Messaggio da aorlansky60 » 19/03/2019, 13:37

Sono stato per lungo tempo utilizzatore del mini monitor BBC LS3/5a (costruito dalla Roger su licenza della BBC cui il progetto appartiene, chi le conosce sa cosa intendo : un diffusore con qualche inevitabile pecca, prima tra tutte la limitata tenuta in potenza, ma con un emissione in gamma media da fare invidia agli elettrostatici), solo che con l'ultimo trasloco (e di conseguenza cambio di locale dedicato) le piccoline inglesi non si adattarono al nuovo ambiente (più grande del precedente), iniziando a mostrare palesemente la loro lacuna in gamma bassa; da lì decisi di cambiare diffusore, andando su quelle attuali che posseggo da oltre 20anni.

La TOTEM ACOUSTIC certifica il suo mod. Mani two con una risposta in freq. da 27 a 20.000 Hz ± 3dB :shock: (!!!) - (chi se ne intende di misure tecniche sui diffusori acustici, sa di che cosa si parla qui); per ottenere una simile performance, che ha dell'incredibile per simili diffusori di limitata cubatura, i tecnici canadesi sono dovuti scendere inevitabilmente a compromessi :

efficienza 85dB a 1mt (bassissima), impedenza 4 Ohm; ...un diffusore tecnicamente ostico, "difficile" da digerire per molti amplificatori...

se il locale dove sono poste riesce a supportarle (in fatto di risposta in frequenza propria, e solo DIO e il sottoscritto sanno quanto ho sudato nel tempo, [spock] per i primi due anni che le possedevo dopo averle scelte, per riuscire ad accordare l'ambiente per assecondare la resa di questo diffusore) e se naturalmente l'amplificazione che viene posta a monte riesce ad assecondare queste primedonne capricciose (se non corteggiate come richiedono) [smile] , le due canadesi -nonostante cubatura da diffusore da scaffale- sono in grado di scendere in basso in modo sbalorditivo che ha dell'incredibile:

in "TUBULAR BELLS" lato 1, ad un determinato minuto è incisa una frequenza bassa DA PAURA (che molti sistemi audio non riescono a riprodurre dato che la maggiorparte dei diffusori domestici non riesce a scendere sotto i 40Hz), ebbene vi assicuro che sentita nella mia catena audio c'è veramente di che farsi venire un coccolone, :o [smile]
quando arriva, il punch fisico allo stomaco si avverte tutto, ed anche tutta l'energia che si libera nell' aria... inutile dire che quando avevo le LS3/5a questa frequenza registrata ed incisa non l'avevo praticamente mai udita...
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2146
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Immagini curiose

Messaggio da theNemesis » 19/03/2019, 15:01

aorlansky60 ha scritto:
19/03/2019, 13:37

La TOTEM ACOUSTIC certifica il suo mod. Mani two con una risposta in freq. da 27 a 20.000 Hz ± 3dB :shock: (!!!) - (chi se ne intende di misure tecniche sui diffusori acustici, sa di che cosa si parla qui); per ottenere una simile performance, che ha dell'incredibile per simili diffusori di limitata cubatura, i tecnici canadesi sono dovuti scendere inevitabilmente a compromessi :

efficienza 85dB a 1mt (bassissima), impedenza 4 Ohm; ...un diffusore tecnicamente ostico, "difficile" da digerire per molti amplificatori...

In determinate condizioni di utilizzo, l'impedenza delle Totem Mani 2 scende addirittura a 3 Ohm... quasi un corto circuito!
Questo fatto mette a durissima prova i circuiti di potenza degli amplificatori perchè devono erogare una quantità di ampere davvero enorme.
Gli 85 db/m di efficienza non sono poi così male se li confronti con l'estensione della risposta in frequenza. Significa che con 1 w in ingresso, a 27 hz hai ancora almeno 82 db di pressione, mica male!
Dancing on time way...

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2146
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Diffusori HI-FI

Messaggio da theNemesis » 27/03/2019, 11:06

Grazie HH. Topic interessante.
Dancing on time way...

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2146
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Diffusori HI-FI

Messaggio da theNemesis » 27/03/2019, 18:44

Propongo di gestire questo thread in tandem con AOR, sempre che lui sia d'accordo...
Partirei con una specie di piccolo dizionario dell'HIFI casalingo, rivolto soprattutto ai diffusori acustici.
Alcuni termini tecnici, infatti, possono risultare ostici o sconosciuti anche se, di fatto, sono fondamentali per dare informazioni sulle casse acustiche.

@AOR se sei d'accordo, possiamo iniziare!
Dancing on time way...

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2146
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Diffusori HI-FI

Messaggio da theNemesis » 01/04/2019, 18:40

AOR non pervenuto...
Domani inizio io! ;)
Dancing on time way...

Avatar utente

Topic author
Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Diffusori HI-FI

Messaggio da Watcher » 01/04/2019, 22:21

Ottimo Nemesis, seguirò.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2146
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Diffusori HI-FI

Messaggio da theNemesis » 02/04/2019, 15:32

Bene, iniziamo dalle basi. Cercherò di essere preciso ma nello stesso tempo di annoiare il meno possibile... :D

Piccolo glossario utile

Tenuta in potenza (watt).
E' la quantità di potenza elettrica che un diffusore può reggere senza distorcere il suono o, peggio, senza disintegrarsi. Si distingue in potenza "continua", ovvero la quantità di watt che il diffusore regge continuativamente, e "di picco", ovvero la quantità di watt che il diffusore può reggere per un breve istante (tipicamente un colpo di rullante di John Bohnam).

Pressione sonora (db).
E' la "quantità" di suono che un diffusore può immettere nell'aria con una certa potenza elettrica in ingresso. Si misura in decibel - db (il buon Enrico Ruggeri non c'entra nulla...). Maggiore è il numero di db e più "forte" sarà il suono.

Efficienza (db/w/m).
E' la quantità di pressione sonora che un diffusore può emettere con una potenza di 1 w in ingresso e misurata ad un metro di distanza dalla cassa, in asse. Più questo valore è alto, più il diffusore è efficiente, ovvero necessita di poca potenza per fornire un'alta pressione sonora. Ad esempio, un diffusore con 90 db/w/m è più efficiente di uno con 86 db/w/m. Questo dato è importante per sapere quale amplificatore accoppiare ai diffusori in funzione della pressione sonora che vogliamo ottenere.

Risposta in frequenza (hz). E' la gamma di frequenze che un diffusore può riprodurre, dalla frequenza più bassa a quella più alta. Si tratta di una curva perchè le misurazioni sono effettuate considerando che la pressione sonora alle varie frequenze debba rimanere all'interno di una forbice di +/- 3 db. Quindi una cassa che riproduce la frequenza di 40 hz a -3 db è in grado di fornire più pressione sonora sui bassi di una che la stessa frequenza la riproduce con -6 db. Si dice anche che la prima cassa ha un'"estensione" maggiore della seconda.

Distorsione armonica totale (%).
E' la quantità di armoniche (ovvero di frequenze multiple di quelle del suono da riprodurre) che non devono essere riprodotte dal diffusore pena il rendere non fedele, confuso e fastidioso il suono stesso. Si misura in % rispetto al suono corretto con riferimento a vari livelli di pressione sonora ed a varie frequenze. Una distorsione del 2% con 100 db di pressione sonora, peggiora la qualità del suono maggiormente rispetto ad una distorsione dello 0,5% (a parità di frequenza e di pressione).

Direzionalità (gradi).
E' la caratteristica di una cassa di emettere i suoni con angoli più o meno ampi rispetto alla cassa stessa (sia in orizzontale che in verticale). Più l'angolo è ampio e più la cassa è in grado di riprodurre meglio il fronte sonoro registrato. Il posizionamento ed il tipo di altoparlanti tengono sempre in considerazione che più le frequenze del suono diventano alte e maggiore è la direttività del suono stesso. Questo significa che gli acuti sono molto più "sparati" dritti rispetto ai bassi che invece si espandono in modo più uniforme. Queste caratteristiche devono essere prese in giusta considerazione anche quando si posizionano i diffusori nell'ambiente di ascolto.

Senza andare oltre nella tecnica, queste appena elencate sono le principali caratteristiche elettroacustiche di un diffusore.

Nella prossima puntata esamineremo quali sono le caratteristiche da tenere in considerazione per la scelta di un diffusore. Parleremo sia delle caratteristiche elettroacustiche (appena elencate) che delle altre, altrettanto importanti, che ci guideranno nelle nostre scelte.

Alla prossima.
Dancing on time way...

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2146
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Diffusori HI-FI

Messaggio da theNemesis » 03/04/2019, 18:19

Visto che ho un po' di tempo, proseguo.

Parliamo quindi delle caratteristiche fondamentali che devono essere prese in considerazione quando si vuole acquistare una coppia di diffusori HIFI.
Per ora affronterò solo l'ascolto stereofonico, lasciando eventualmente ad un secondo approfondimento ciò che riguarda l'Home Theatre con i sistemi Dolby Surround 5.1 e 7.1.

Le caratteristiche fondamentali da considerare per scegliere i diffusori sono essenzialmente 5:

1) tipologia di funzionamento dell'altoparlante per i bassi (woofer)
2) la tipologia dell'ambiente di ascolto (riflettente, assorbente, dimensioni, pianta etc...)
3) il genere musicale maggiormente ascoltato
4) il posizionamento dei diffusori nell'ambiente
5) il gusto personale di chi ascolta, ovvero le "orecchie"

Di tutte le 5 caratteristiche, quella fondamentale è l'ultima, ma è anche quella più soggettiva. Quindi partiamo dalle prime 4 che sono più tecniche e oggettive.

Tipologia di funzionamento

Per prima cosa dobbiamo scegliere un gruppo di diffusori che riescano a "digerire" facilmente la potenza che abbiamo intenzione di sparagli dentro. Quindi, prima di tutto pensiamo a quale volume vogliamo ascoltare la nostra amata musica, o meglio, possiamo ascoltare senza incorrere in denunce per schiamazzi.
Definito questo primo parametro, pensiamo anche alle dimensioni che le casse devono avere. La loro introduzione in un ambiente domestico, come avviene nella maggior parte dei casi, prevede trattative e compromessi con la consorte (di solito) e quindi dobbiamo verificare che le dimensioni non siano contrarie all'estetica.
Fatto questo, vedrete che l'elenco dei possibili candidati si restringe di molto...

In linea di massima, il diffusore che ha un volume più grande (dimensioni maggiori) ha anche una maggiore capacità di riprodurre le basse frequenze.
Questa capacità dipende anche da come l'altoparlante per le basse frequenze (WOOFER) viene "caricato", ovvero come lavora nell'ambito acustico.
Esistono 3 principali tipologie di funzionamento dei woofer (tralascio per ora le tecnologie più particolari e meno diffuse):

1) Sospensione pneumatica
2) Bass reflex
3) Tromba

La sospensione pneumatica prevede che il woofer sia montato all'esterno della cassa e che sfrutti il volume interno del mobile per poter raggiungere le frequenze basse. La cassa è sigillata e non ha contatto con l'esterno, per questo motivo si parla di sospensione pneumatica.
Il woofer lavora in un volume definito che è un compromesso tra volume troppo piccolo (il woofer si stoppa troppo e non riesce ad "andare troppo in basso") e volume troppo grande (il woofer non è sufficientemente smorzato e quindi distorce e rischia di rompersi disassandosi).
Le casse in sospensione pneumatica hanno una buona tenuta in potenza ma un'efficienza di solito bassa. Hanno bassi smorzati e precisi, senza "code", e per questo sono adatte alla musica classica ed al jazz.
Le dimensioni del diffusore sono direttamente proporzionali alla capacità di riprodurre suoni bassi. Questo perchè maggiore è il diametro del woofer e più questo altoparlante può scendere in basso. D'altro canto, un woofer troppo grande diventa pesante e quindi la cassa perde la capacità di riprodurre i suoni brevissimi e potenti (transienti) rendendo il suono piatto e poco incisivo. Per questo motivo, spesso i costruttori ricorrono all'utilizzo di casse con 2 o più woofer di dimensioni più piccole. Ad esempio, un woofer grande da 30 cm di diametro può essere vantaggiosamente sostituito da 2 woofer da 16 cm.
Una configurazione particolare per avere bassi potenti e profondi e una buona resa acustica su medi e acuti è quella di utilizzare un "sub-woofer", ovvero un woofer di grandi dimensioni, collocato in un suo mobile staccato dai diffusori che riproducono i medi e gli acuti. Il fatto che le frequenze basse siano sostanzialmente "omnidirezionali" permette un posizionamento più libero del sub mantenendo quello classico per i "satelliti" che riproducono i medi e gli acuti, ovvero suoni molto più direzionali dei bassi.

Tipico woofer per sospensione pneumatica:
Immagine

Diffusori in sospensione pneumatica da scaffale (bookshelf):
Immagine

Tipico grafico di risposta in frequenza di una sospensione pneumatica da scaffale (piccole dimensioni - woofer da 16 cm)
Immagine

Subwoofer di ragguardevoli dimensioni:
Immagine


Nella prossima puntata esamineremo le casse in Bass Reflex.
Dancing on time way...

Avatar utente

Topic author
Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Diffusori HI-FI

Messaggio da Watcher » 03/04/2019, 19:39

theNemesis ha scritto:
03/04/2019, 18:19

La sospensione pneumatica prevede che il woofer sia montato all'esterno della cassa
Questo me lo devi spiegare meglio perché forse mi è sfuggito qualcosa.
Le "mitiche" AR anni '70 (forse l' AR non esiste più) erano a sospensione pneumatica o sbaglio? Non mi ricordo di woofer all'esterno.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2146
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Diffusori HI-FI

Messaggio da theNemesis » 04/04/2019, 9:23

Per woofer all'esterno intendo l'altoparlante montato a filo cassa con il cono all'interno della cassa stessa.
Questo un esempio:

Immagine

L'ho scritto per distinguere quei particolari diffusori che hanno i woofer montati all'interno della cassa, come ad esempio nel caso di alcuni sistemi in bass reflex. Ma ne parleremo a breve :)

PS: la gloriosa AR (Acoustic Research) esiste ancora, ma si è lanciata in prodotti ben diversi :( da quelli a cui ci aveva abituati fino agli anni 90. Questo il link del sito: https://www.acoustic-research.com/
Dancing on time way...

Avatar utente

Topic author
Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Diffusori HI-FI

Messaggio da Watcher » 04/04/2019, 10:13

Ah, ok. Per woofer esterno pensavo un metro più in là. :lol:
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2146
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Diffusori HI-FI

Messaggio da theNemesis » 10/04/2019, 16:49

Vista la scarsissima partecipazione, sono indeciso se proseguire o no... [chin]
Dancing on time way...

Avatar utente

Topic author
Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Diffusori HI-FI

Messaggio da Watcher » 10/04/2019, 19:11

Tu non preoccuparti, seguo io. ;)

Questo è un argomento didattico e molto tecnico. Non è che possiamo obiettare più di tanto ...
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

twoofus
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1535
Iscritto il: 19/06/2015, 13:29

Re: Diffusori HI-FI

Messaggio da twoofus » 11/04/2019, 9:15

Io lo leggo e apprezzo, ma proprio non me la sento di commentare!! :lol:
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead.

Rispondi