Guida ai Virtual Instruments: come usarli e quali scegliere.

In questa sezione potete scambiarvi spartiti, suggerimenti, opinioni e critiche fra musicisti e amanti del suono.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi

Topic author
vannelli
Novellino
Novellino
Messaggi: 28
Iscritto il: 15/02/2011, 13:43
Località: Torino

Guida ai Virtual Instruments: come usarli e quali scegliere.

Messaggio da vannelli » 07/03/2011, 19:17

Mi piacerebbe capire se qualcuno riesce ad usarli in maniera soddisfacente..per quanfo mi riguarda non sono mai riuscito ad utilizzarli per via della"latenza" ossia il ritardo da quando viene premuta la nota e l'emissione del suono..e questo usanto un pc dualcore abbastanza potente...esiste un sistema particolare o qualche scheda appositamente indicata?? grazie :D

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Virtual instrument

Messaggio da Harold Barrel » 07/03/2011, 19:21

vannelli ora devo scappare, ma appena potrò cercherò di risponderti in maniera esauriente! ;)
Io lavoro moltissimo con i VSTi. ;)
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini


Topic author
vannelli
Novellino
Novellino
Messaggi: 28
Iscritto il: 15/02/2011, 13:43
Località: Torino

Re: Virtual instrument

Messaggio da vannelli » 07/03/2011, 20:04

Ma che Megaforum!!heheheh aspetto notizie :D

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Virtual instrument

Messaggio da Harold Barrel » 08/03/2011, 0:31

Eccomi qui ;)
Dunque, se parliamo di VSTi ci sono tre cose fondamentali che dobbiamo avere:
1) Una interfaccia MIDI-USB (Quelle da 5 Euro ti assicuro che funzionano bene. La latenza non dipende quasi mai dall'interfaccia, l'ho sperimentato personalmente)
2) Un buon Host VST (ovvero un programma che ci gestisce i Virtual Instruments)
3) Un buon Driver Audio, preferibilmente ASIO (Audio Software Input-Output)
Premetto che io ho possiedo un semplice Acer TravelMate 2490 con processore da 1.6GHz e memoria Ram da soli 512 MB (DDR2, poi...) e riesco a farci girare qualsiasi VSTi, anche quelli più pesanti come il Moog Modular.
IMPORTANTE: Se come me suonate i VSTi con un portatile, assicuratevi di coprire il contatto della terra dell'alimentatore con un po' di nastro isolante, altrimenti avrete fastidiosissimi fruscii in uscita!!!

Per quanto riguarda il programma di hosting VSTi ti suggerisco VSTHost, che è leggerissimo, funziona bene, ma soprattutto è gratuito. Sito download: http://www.hermannseib.com/english/vsthost.htm
Installato VSTHost, tocca al Driver Audio. E' un passaggio molto importante. Se hai un buon driver riduci la latenza praticamente a zero. Il migliore che ci sia è ASIO4ALL. Download da qui: http://www.asio4all.com/
Installato il Driver, apri VSTHost e vai su -->Devices-->Wave-->Output Port, e seleziona ASIO4All. Imposta il Buffer su 512 Samples. Minore è il valore che assegni a questo parametro e minore sarà la latenza, però al contempo cresceranno i crepitii in uscita! Perciò fai qualche prova per calibrarlo per ottenere un buon rapporto latenza-qualità audio. Intanto comunque andrà bene così.
Ora chiudi VSTHost e attacca l'interfaccia MIDI-USB al PC. Ricordati di attaccarla prima di aprire il programma!! In qualche caso potrebbe essere necessario selezionare l'interfaccia MIDI: dovrai quindi andare su -->Devices-->MIDI-->MIDI Input Devices. Da lì la selezioni e clicchi OK.

Detto questo, passiamo ai Plugin VST. Cliccando su -->File-->New Plugin, avrai la possibilità di aprire il Plugin desiderato (che sarà un file con l'estensione .DLL). E adesso puoi suonare! ;)
L'utilizzo del programma è molto intuitivo. Puoi aprire quanti plugin vuoi, puoi salvarti le performance (in modo da aprire il programma e trovarti già con i VSTi pronti all'uso), e puoi anche registrare cliccando sul pulsante rosso in alto. Se hai dubbi sulle altre funzionalità del programma dovrebbe esserci una guida sul sito, oppure chiedi pure a me.

E ora i VSTi che ti consiglio.
1) Innanzitutto un clone Hammond. Ne ho provati un bel po', e ti assicuro che il migliore in assoluto è il VB3 della GSI. Puoi scegliere tra modello A, B, C e transistor. Il leslie è estremamente realistico e ci sono tutti i parametri che servono. Sito: http://www.genuinesoundware.com/?a=showproduct&b=24
E' imparagonibile con quella schifezza di B4 II della Native Instruments, fidati!!!
2) Un Mellotron!! Io mi sono procurato e uso attualmente M-Tron Pro. E' il migliore ma costa un po' e ci sono un sacco di suoni che non userai mai e poi mai... Perciò ti consiglio RedTron. I campionamenti sono molto buoni. Download diretto da qui: http://www.mediafire.com/?96ixabxqhr5z7n3
3) Un bel Synth. E qui troneggia indiscutibilmente il Minimoog V dell'Arturia. Putroppo non è Free, ma è semplicemente fantastico! Ti giuro che non si capisce che è un plugin! La qualità è eccezionale. Puoi scaricare la versione di prova gratuita (ti funziona per 15 giorni) da questa pagina: http://www.arturia.com/evolution/en/dow ... demos.html

Questi secondo me sono i principali. Poi ce n'è a pacchi, sia free che a pagamento, quasi per tutti gli strumenti esistenti, ce n'è anche uno che ti emula l'ARP Pro Soloist! (http://www.prosolovst.com/ProSoloVst_home.htm).
Comunque stai attento perchè in campo di VSTi trovi anche un sacco di schifezze.

Spero di essere stato d'aiuto. Rimango comunque a disposizione ;)
Do un ritocco al titolo del Topic.
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini


Topic author
vannelli
Novellino
Novellino
Messaggi: 28
Iscritto il: 15/02/2011, 13:43
Località: Torino

Re: Guida ai Virtual Instruments: come usarli e quali scegliere.

Messaggio da vannelli » 08/03/2011, 12:43

Sei un Luminare...adesso provo..poi ti faccio sapere...ma l'interfaccia midi serve per forza?(ce l'ho') ma la mia tastiera ha uscita usb per collegarla direttamente al pc e un drive che simula appunto il midi .. [chin] :D grazie!!


Topic author
vannelli
Novellino
Novellino
Messaggi: 28
Iscritto il: 15/02/2011, 13:43
Località: Torino

Re: Guida ai Virtual Instruments: come usarli e quali scegliere.

Messaggio da vannelli » 08/03/2011, 13:56

Azz!! funziona :D Adesso provo un po' di Vsti..ho preso SampleTron..3,5gb!!poi tutti i vst della Arturia...se puoi consigliarmi qualcosa tu te ne sarei grato..giusto per non provarne centinaia inutilmente... :D


Topic author
vannelli
Novellino
Novellino
Messaggi: 28
Iscritto il: 15/02/2011, 13:43
Località: Torino

Re: Guida ai Virtual Instruments: come usarli e quali scegliere.

Messaggio da vannelli » 10/03/2011, 20:37

Intanto se posso permetterti te ne consiglio uno io Gforce Minimosta...fantastico !! vb3 vers 1.4 e il sogno di chiunque non ha mai potuto permettersi un Hammond b3...

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Guida ai Virtual Instruments: come usarli e quali scegliere.

Messaggio da Harold Barrel » 11/03/2011, 15:22

Sì hai ragione! E poi tutti quelli della Arturia sono davvero ben fatti. Sono proprio professionali, c'è poco da dire. Il VB3 è eccezionale. Ed è quello che costa di meno. (cfr. con quelli della Native Instruments). Di clone Hammond gratis ce n'è sicuramente e ne ho provati. Una cosa hanno in comune: non valgono nulla. Perciò se vuoi il suono e l'anima dell'organo procurati il VB3. A dire il vero non saprei quali altri VST consigliarti. Io parto da quelli che ti ho segnalato e poi se ho bisogno di qualche suono particolare faccio una piccola ricerca. Ma è raro, perché comunque ho una buona tastiera (la Kurzweil PC2). Se cerchi qualcosa in particolare chiedi pure! ;)
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Ago
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 125
Iscritto il: 24/02/2011, 14:32
Località: Imperia

Re: Guida ai Virtual Instruments: come usarli e quali scegliere.

Messaggio da Ago » 21/02/2012, 14:23

Grazie mille @ Harold, ora sì che si suona!! :D
Ho solo un altro problema: non ho interfaccia MIDI, nemmeno da 5 €, e il sono circa ogni 15 secondi si ferma per un attimo per poi riprendere... si risolve con un'interfaccina?
Me ne consigli qualcuna economica? Grazie ancora mille!! [bye]

Avatar utente

Ago
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 125
Iscritto il: 24/02/2011, 14:32
Località: Imperia

Re: Guida ai Virtual Instruments: come usarli e quali scegliere.

Messaggio da Ago » 21/02/2012, 15:10

...mi sapreste indicare anche qualche interessante VST gratuito (anche una demo), soprattutto per piano, Hammond e polysynth?

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Guida ai Virtual Instruments: come usarli e quali scegliere.

Messaggio da Harold Barrel » 22/02/2012, 9:58

Ago ha scritto:il suono circa ogni 15 secondi si ferma per un attimo per poi riprendere... si risolve con un'interfaccina?
Me ne consigli qualcuna economica? Grazie ancora mille!! [bye]
Sei sicuro che non sia dato dal fatto che magari stai suonando con una versione demo di un VSTi?
Comunque vedo che ti connetti direttamente con l'USB al computer. È strano che ci sia questo problema. Ti conviene provare con un'interfaccia. Se vai su ebay ne trovi tantissime, costano molto poco (sui 5€) e funzionano tutte. Io ho una di quelle e per suonare va benissimo, ma non per aggiornare il software della tastiera e altri trasferimenti di dati. Per farti capire, sono quelle che da una parte hanno la presa USB e dall'altra un cavo Midi out e uno Midi in.

Per quanto riguarda i VSTi gratuiti e demo:
1. Come dicevo già prima, il miglior Hammond è il VB3. In assoluto. E ha una versione demo che puoi scaricare dal loro sito
2. Di pianoforti VSTi non ne so nulla, ma se fai qualche piccola ricerca sono sicuro che ne trovi gratuiti a bizzeffe.
3. Per i synth, consiglio tutti quelli dell'Arturia, tutti scaricabili in versione demo, che dura se non sbaglio 15 giorni. Ma anche qui se ne trovano di gratuiti... È forse la categoria di VSTi più gettonata.

Spero di esserti stato d'aiuto [bye]
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Ago
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 125
Iscritto il: 24/02/2011, 14:32
Località: Imperia

Re: Guida ai Virtual Instruments: come usarli e quali scegliere.

Messaggio da Ago » 22/02/2012, 21:52

Harold Barrel ha scritto: Sei sicuro che non sia dato dal fatto che magari stai suonando con una versione demo di un VSTi?
beh, sì, io ho solo demo [smile]
Comunque vedo che ti connetti direttamente con l'USB al computer. È strano che ci sia questo problema. Ti conviene provare con un'interfaccia. Se vai su ebay ne trovi tantissime, costano molto poco (sui 5€) e funzionano tutte. Io ho una di quelle e per suonare va benissimo, ma non per aggiornare il software della tastiera e altri trasferimenti di dati. Per farti capire, sono quelle che da una parte hanno la presa USB e dall'altra un cavo Midi out e uno Midi in.
Ho capito, ne ho giusto ordinata una (IK iRig MIDI) per suonare le app dell'iPad sulle tastiere [slurp]

Sto suonando il VB3, è veramente magnifico come dicono tutti! [approve]
Per il resto ho il Korg Wavestation e l'Arturia CS-80V che mi bastano e avanzano [hearts]

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Guida ai Virtual Instruments: come usarli e quali scegliere.

Messaggio da Harold Barrel » 22/02/2012, 22:36

Sto suonando il VB3, è veramente magnifico come dicono tutti!
Già... E la cosa ha dell'incredibile, perché quel suono viene prodotto interamente per sintesi, a differenza dell'eterno rivale del VB3: l'Hammond B4 della Native Instruments, che invece si basa su campionamenti. C'è poco da fare, per avere l'anima dell'organo elettromeccanico bisogna far girare delle "rotelle virtuali" nel computer. Ormai tutti i cloni funzionano a questo modo (compreso quello della tua Kronos)
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini


melo85
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 1
Iscritto il: 26/03/2015, 18:00

Re: Guida ai Virtual Instruments: come usarli e quali scegliere.

Messaggio da melo85 » 26/03/2015, 18:07

salve ragazzi sono nuovo, spero tanto che possiate aiutarmi, allora il mio problema riguarda il B4 ii della native instruments intallato su pc con Win 8.1 e che vorrei usare collegando una korg m1 al pc tramite interfaccia midi em-1x della roland, avendo istallato anche il driver asio4all quando provo a suonare non succede nulla, muto, questo non succedeva quando usavo xp andava belnissimo. grazie mille in anticipo =)

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Guida ai Virtual Instruments: come usarli e quali scegliere.

Messaggio da Harold Barrel » 31/03/2015, 15:59

Ciao melo, anzitutto ti consiglio di presentarti nella sezione dedicata.
Venendo al tuo problema, come usi il B4? Stand-alone o all'interno di un host? La guida è invecchiata un poco con il tempo. Ti consiglierei di provare ad usare il software "Cantabile". Ne è disponibile una versione free che potrebbe soddisfare le tue esigenze. Si tratta di un host molto stabile, leggero e intuitivo che non mi ha mai dato problemi.
I problemi con il B4 su Windows 8.1 possono anche nascere dal fatto che il programma è ormai vecchiotto e non più supportato. Tuttavia come VSTi all'interno di un host dovrebbe funzionare senza intoppi.
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Rispondi