Cinema

Qui parliamo di qualsiasi argomento non pertinente alla musica (sport, attualità, cinema,...). La sezione è comunque sottoposta a eventuale moderazione.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Avatar utente

Mick Channon
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2100
Iscritto il: 19/09/2012, 15:35

Re: Cinema

Messaggio da Mick Channon » 28/01/2016, 11:07

Il mago di Floz ha scritto:
Ma ora ditemi: se anche voi - come me - ragionate in una galassia lontana lontana, che ne pensate di Episodio VII?
Ho visto solo il primo quello del 77,non mi prende molto la saga.
Ieri ho visto Revenant,ottimo ,Inarritu regista non mi delude mai.Di Caprio "animalesco" se la cava egregiamente.Scenari spettacolari.
Tutti sognano di tornare bambini,anche i peggiori fra noi.Forse i peggiori lo sognano più di tutti.

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2428
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Cinema

Messaggio da Lamia » 28/01/2016, 15:40

Il mago di Floz ha scritto:
Ma ora ditemi: se anche voi - come me - ragionate in una galassia lontana lontana, che ne pensate di Episodio VII?
Yes, vengo da lontano, nel senso che non mi e' piaciuto. Forse sono troppo legata agli episodi iniziali, non mi e' piaciuto l'inserimento di 'elementi' moderni politicamente corretti: il ragazzo di colore ( sorry, non mi piace la sua parte), l'eroe protagonista che diventa una donna - che palle, scusate, ma sono troppi i film con donne eroine , tutte uguali in stile tomb raider - e il 'nuovo' Dart Fener ' senza mistero ne' carisma, poi lo stile del film che strizza l'occhio agli adolescenti. Si e' voluto accontentare un po' tutti, col risultato di avere un film ne' carne ne' pesce, mio pensiero personale.

Per Harold: il film con Tom Hanks e' uscito a dicembre, credo ora sia gia' passato. Bello davvero, tratta dello scambio di due spie, una russa in mano agli americani e una americana in mano ai russi , avvenuto in Germania al tempo della guerra fredda. Storia vera di questo avvocato , interpretato da Hanks, che si deve occupare del difficile compito di negoziare lo scambio ( con 'inserimento' di uno studente americano) , come saprai, io sinceramente non la conoscevo.


. . . [happy]

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Cinema

Messaggio da Harold Barrel » 14/02/2016, 20:35

Ehi, Lamia! Ho visto il film, Il Ponte delle Spie.
Molto ben fatto. Mi è piaciuto fin dalle prime scene per la fotografia e per i colori - ipotizzo che almeno qualcosa sia stato girato a pellicola, ma non ho trovato nulla di scritto al riguardo.
Forse il pregio maggiore del film è che esso cerchi di essere il più bilanciato possibile, o perlomeno non cerchi di sbilanciarsi verso la causa americana. Molto bene interpretato il personaggio della spia russa, che ha dato una profonda valenza alle poche (ma significative) parole pronunciate nel corso di tutti gli eventi con l'avvocato interpretato da Hanks. Il messaggio umanitario delle prima parte, dove l'avvocato decide di essere uomo prima di essere americano, è bellissimo.
Punto debole del film è il suo simbolismo a tratti sempliciotto, quasi grossolano. Il confronto tra i ragazzi uccisi a fucilate mentre scavalcano il muro a Berlino e i ragazzini americani che saltano da un giardino all'altro è di una banalità spaventosa.

Film consigliato!!
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2428
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Cinema

Messaggio da Lamia » 16/02/2016, 16:04

Mi fa piacere ti sia piaciuto! [happy]

Ho avuto la stessa sensazione sui ragazzi tedeschi che scavalcano il muro e quelli americani, una pensata all'americana, alla quale aggiungo anche la signora sui cinquant'anni nel bus che all'inizio del film guarda Hanks in modo sospettoso, alla fine invece con benevolenza e ringraziamento . Tradotto: il giudizio sentenziatorio dell''America che giudica ma poi salvifica, ma dai. . .

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Cinema

Messaggio da Harold Barrel » 17/02/2016, 19:15

Già, mi ero dimenticato degli sguardi sull'autobus.
Mi è un po' dispiaciuto che in quel modo andasse a perdersi il forte impatto iniziale (della prima parte del film) suscitato dalla violenza e dal pregiudizio nei confronti dell'avvocato - quell'accusa di "anti-americanità" che lo rendeva così nobile e umano!
Lamia ha scritto:Tradotto: il giudizio sentenziatorio dell''America che giudica ma poi salvifica, ma dai. . .
Esatto, quel "ma sì, facciamo la pace" :lol:
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Cinema

Messaggio da Harold Barrel » 17/02/2016, 19:17

Ah, a proposito di film al cinema, qualcuno ha visto Zoolander No. 2?
E il film di Albanese&Verdone?
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Carlo Maria
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 673
Iscritto il: 03/06/2015, 22:34

Re: Cinema

Messaggio da Carlo Maria » 19/02/2016, 12:06

Ciao a tutti! [bye]
Nelle ultime settimane ho cercato di recuperare la maggior parte dei film candidati agli Oscar, per farmi un'idea globale!
Scrivo mini giudizi, visto che sono un po'!
Possibile presenza di qualche parziale SPOILER

Mad Max - Fury road: credo che potrebbe trattarsi del mattatore di quest'anno, cosa incredibile per un film di azione/fantascienza. Miller ha diretto un piccolo gioiellino, per gli amanti del genere, e la tensione non cala mai.

The Martian - Il sopravvissuto: altro film di fantascienza, regia di Ridley Scott, un buon Matt Damon... ma non mi convince fino in fondo e alcune scene, specie quelle finali, nonostante siano state studiate col supporto di scienziati, mi risultano poco credibili.

Il ponte delle spie: non mi è piaciuto granché. Valida la fotografia, buona la regia (voglio dire... Spielberg non ha bisogno di presentazioni...), ottimo Mark Rylance, che potrebbe vincere l'Oscar, ma il film è molto retorico e questo lo grava non poco.

La grande scommessa: una pellicola più che discreta, con un ritmo concitato e attori simpatici, ma che ha il difetto di essere comunque un po' difficile da seguire per chi non è addetto ai lavori (cioè non è un economista).

Brooklyn: bellino assai, ben diretto (con gran sobrietà) e validamente interpretato. Ha una trama forse un po' troppo lineare, ma convince.

Revenant - Redivivo: può davvero esser ricordato come il film con cui Leo DiCaprio vincerà l'Oscar. Inarritu ha già vinto l'anno scorso (meritatamente) con Birdman, ma potrebbe bissare il successo, se la giuria non si farà influenzare da questo fattore. Il film è diretto con gran personalità e mostra un'ottima fotografia. È un po' esagerato (capita di tutto!!!), ma è una pellicola valida.

Room: il mio preferito. Non vincerà l'Oscar come miglior film, secondo me, perché è una produzione piccola... ma meriterebbe davvero. La prima ora è splendida. Poi il film si normalizza, ma su alti livelli. La recitazione di entrambi i protagonisti (il bambino ingiustificatamente escluso dagli Oscar!!) è eccellente. Brie Larson deve vincere l'Oscar! Un film intimo e intimista, delicato, diretto con una sobrietà davvero toccante.

Il caso Spotlight: altra pellicola davvero buona. Validi attori, una storia solidissima e interessante, una bella regia.

Steve Jobs: un film anomalo nella carriera di Danny Boyle, tant'è vero che probabilmente è più opera dello sceneggiatore Aaron Sorkin. Un film dal budget un po' alto per quello che vi si vede. La recitazione (specie Fassbender) è valida, e tutto sommato è una pellicola meritevole, ma secondo me rimane su un piano inferiore ad altri candidati.

The Danish Girl: gran bel film. Il tema (la transessualità) è trattato con sobrietà e il fatto che si tratti di una storia vera dà quel tocco in più. Gli attori sono splendidi, e Eddie Redmayne è addirittura strepitoso. Se non avesse vinto l'anno scorso, lo darei per assoluto favorito, davanti a DiCaprio. La naturalezza con cui quest'attore cambia pelle da un film all'altro (l'anno scorso era stato Stephen Hawking) è straordinaria. Se anche non vincesse quest'anno, mi sembra improbabile che un attore così possa restare a lungo con solo un Oscar.

Carol: altro bel film, altra pellicola sulla sessualità (in questo caso, omo). La pellicola per alcuni è un po' manieristica, ma non io non l'ho trovata tale. È recitata in modo splendido da entrambe e credo che Rooney Mara abbia concrete possibilità di vittoria come attrice non protagonista! Ottima sceneggiatura.

Creed - Nato per combattere: il settimo capitolo di Rocky è in realtà uno spin-off reboot. Il film non è granché, ma è indubbiamente dignitoso e rispettoso della storia di questo personaggio, che nei decenni ha acquisito lo spessore del simbolo del sogno americano. Stallone rischia di vincere l'Oscar. Come ho detto, dovrà vedersela prevalentemente (secondo me) con Rylance, ma io tifo per Sly... sarebbe come dire che l'Academy premi se stessa e la propria storia. Bravo davvero. Con questa candidatura, tra l'altro, l'attore fissa un record: è la seconda candidatura che riceve per l'interpretazione dello stesso personaggio... a distanza di ben 40 anni!
Vedere Stallone prendere la parte del suo vecchio allenatore Mickey, ormai vecchio, stanco e debole, è l'aspetto nettamente più toccante del film.

The Hateful Eight: una pellicola un po' in tono minore, per Tarantino, rispetto alle due precedenti, ma presenta numerosi altri spunti divertenti lo stesso. Ha anche qualche volgarità in più rispetto al solito. Il ritmo è notevole, la fotografia stupenda, la colonna sonora del buon Morricone è valida come sempre... sarebbe un sogno se Tarantino riuscisse nell'impresa per ora sempre mancata di far vincere al maestro italiano il meritato Oscar vinto solo "alla carriera"!

Ex Machina: candidato solo per la miglior sceneggiatura, è invece uno dei film più belli dell'anno! Un film di fantascienza matura, toccante, con tre protagonisti strepitosi.

Inside Out: la pellicola Disney è un gioiello. Il target è ancora in parte quello dei ragazzi, eppure il tema portato in scena e la semplicità con cui viene rappresentato è così alto da meritare entrambi gli Oscar maggiori a cui è candidato! Questo film avrebbe dovuto esser candidato (e vincente) anche come MIGLIOR FILM!

Anomalisa: Un film d'animazione sorprendentemente complesso. Parla di sesso, di fallimenti, di solitudine, di ruoli e finzioni sociali. Ci sono scene di nudo e atti completi. Inaspettatamente adulto fino in fondo, con rimandi alla filmografia fantascientifica dell'ottimo regista. Ha un andamento però molto lento e può risultare lungo.

Quando c'era Marnie: lo studio Gibli ci ha abituati a gioielli d'animazione. Marnie non fa eccezione: non ha la fantasia straordinaria delle pellicole di Miyazaki, ma ne possiede gli stupendi disegni e una delicatezza infinita, oltre ad alcune tematiche centrali, come l'amore per la natura ed il sentimento di pace che ci ispira. Toccante.

Star Wars: Il risveglio della Forza: è di gran lunga il più brutto fra tutti i film che ho elencato, a parer mio. Un film furbo, che occhieggia pesantemente ai fan, ricalcando per gran parte gli aspetti che hanno fatto di Episode IV il cult movie che tutti sappiamo. La recitazione è discutibile e la cara vecchia Carrie Fisher ormai la muovono solo con un muletto, per depositarla dove deve recitare.
Decisamente non funziona... ma ai fan piacerà di brutto! [smile] ;)

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2428
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Cinema

Messaggio da Lamia » 20/02/2016, 14:16

Cavolo, li hai visti tutti, wow! Riguardo Carrie Fisher invece l'ho trovata una bella signora, non recita male secondo me, forse sono presa dal sentimento nostalgico , perche' vedere il suo sguardo mi ha emozionata.
Per il resto , riguardo Star Wars intendo, concordo con te. Diciamo che i "vecchi" personaggi li hanno relegati in un angolino come soprammobili per rimembrare alla gente da dove proviene il tutto, ecco , questa e' stata l'impressione. Per esempio: il povero C1-P8 imbalsamato per quasi tutto il film e che all'improvviso si sveglia; C3PO che compare saltuariamente, Chwebecca che , dopo un millesimo di secondo di dolore, si riprende in fretta e ride appena dopo la morte del suo inseparabile padrone. . boh :shock:

Avatar utente

2Old2Rock2Young2Die
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1392
Iscritto il: 20/09/2013, 16:15

Re: Cinema

Messaggio da 2Old2Rock2Young2Die » 20/02/2016, 14:50

La grande scommessa mi ha sorpreso molto positivamente e spero vinca qualche premio agli oscar. Fa capire benissimo i meccanismi della finanza speculativa (che non può che portare disastri) ma non è pedante anzi è molto divertente (Anche se si ride, come si dice, a denti stretti) con degli attori in forma straordinaria (Steve Carrell su tutti) e la geniale idea di far "spiegare" i concetti più tecnici a delle guest tar, più o meno vip, in contesti spiazzanti (una jacuzzi o il tavolo di black jack di un casinò). A me è piaciuto anche più di The Wolf of Wall street.
Immagine
Clicca qui o sull'immagine per ingrandire
"But don't you think that I know that walking on the water, Won't make me a miracle man?"

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2428
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Cinema

Messaggio da Lamia » 04/03/2016, 14:39

Carlo Maria ha scritto:
Revenant - Redivivo: può davvero esser ricordato come il film con cui Leo DiCaprio vincerà l'Oscar. Inarritu ha già vinto l'anno scorso (meritatamente) con Birdman, ma potrebbe bissare il successo, se la giuria non si farà influenzare da questo fattore. Il film è diretto con gran personalità e mostra un'ottima fotografia. È un po' esagerato (capita di tutto!!!), ma è una pellicola valida.
Complimenti Carlo! Hai azzeccato tutto, vinto l'Oscar Di Caprio, regista e fotografia! 8-)

L'ho visto e debbo dire che in effetti capita proprio di tutto, Di Caprio bravissimo, pensi effettivamente che abbia meritato l'ambito premio [approve] . Fotografia stupenda, e' vero. E' un film molto crudo , al limite dell'improbabile, nel senso che non arriveresti mai a pensare che la mente umana sia cosi cinica, cavolo! Evidentemente al tempo era cosi. . chissa'. .

Avatar utente

Carlo Maria
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 673
Iscritto il: 03/06/2015, 22:34

Re: Cinema

Messaggio da Carlo Maria » 08/03/2016, 23:19

Lamia ha scritto:
Carlo Maria ha scritto:
Revenant - Redivivo: può davvero esser ricordato come il film con cui Leo DiCaprio vincerà l'Oscar. Inarritu ha già vinto l'anno scorso (meritatamente) con Birdman, ma potrebbe bissare il successo, se la giuria non si farà influenzare da questo fattore. Il film è diretto con gran personalità e mostra un'ottima fotografia. È un po' esagerato (capita di tutto!!!), ma è una pellicola valida.
Complimenti Carlo! Hai azzeccato tutto, vinto l'Oscar Di Caprio, regista e fotografia! 8-)

L'ho visto e debbo dire che in effetti capita proprio di tutto, Di Caprio bravissimo, pensi effettivamente che abbia meritato l'ambito premio [approve] . Fotografia stupenda, e' vero. E' un film molto crudo , al limite dell'improbabile, nel senso che non arriveresti mai a pensare che la mente umana sia cosi cinica, cavolo! Evidentemente al tempo era cosi. . chissa'. .

Eheh, cara! :)
In realtà, altrove mi ero messo per gioco a fare tutti i pronostici, categoria per categoria... alla fine ne ho azzeccati solo 13 su 20! Era un anno difficile, però, in cui ha regnato l'incertezza perché non c'era un film capolavoro che dominasse su tutti gli altri. Per il miglior film, ad esempio, avrei tifato per Room o tutt'al più per l'ottimo Mad Max, ma ho indovinato Il caso Spotlight perché era più tipico da "Hollywood". Resta comunque un gran bel film, sia chiaro!

Ora conto di vedere "Lo chiamavano Jeeg Robot" perché ne sento ovunque dire un gran bene e sono curioso!

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2428
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Cinema

Messaggio da Lamia » 19/09/2016, 14:54

"Eight days a week" il film sui Beatles di Ron Howard e' fuori fino a mercoledi, almeno dalle mie parti. Andro' a vederlo in questi giorni. E chissenefrega pensera' qualcuno :D

Cosi, era per sapere se qualcuno l'aveva gia' visto, e anche per ricordarlo agli amanti dei Beatles [hearts]

Avatar utente

Il mago di Floz
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1074
Iscritto il: 11/12/2014, 15:32
Località: Provincia di Como

Re: Cinema

Messaggio da Il mago di Floz » 20/09/2016, 12:10

Lamia ha scritto:"Eight days a week" il film sui Beatles di Ron Howard e' fuori fino a mercoledi, almeno dalle mie parti. Andro' a vederlo in questi giorni. E chissenefrega pensera' qualcuno :D

Cosi, era per sapere se qualcuno l'aveva gia' visto, e anche per ricordarlo agli amanti dei Beatles [hearts]
Ho visto ora questo post; ho aperto una discussione nel forum sui Beatles: a me è piaciuto molto.
I can't bring you, 'cause it's just too cold; and while I'm out here digging alone, well: I'll bring you home gold nuggets in the spring.

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8112
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Cinema

Messaggio da Hairless Heart » 20/09/2016, 16:57

Per questo specifico film, continuiamo la discussione di là. ;)
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Rispondi